L'equazione tra e-commerce cinese e Alibaba è scontata per la maggior parte delle persone vista l'importanza di questa società nel mercato asiatico, ormai diventata la prima azienda cinese per capitalizzazione. Due giorni fa in Cina c'è stata la festa dei single, una giornata importantissima dal punto di vista commerciale che ha visto dei nuovi record per la società di commercio elettronico. Oltre a questi risultati esaltanti c'è un dato più defilato che viene da JD.com e che dimostra l'importanza della concorrenza nell'economia socialista di mercato con caratteristiche cinesi, un modello di sviluppo unico che sta producendo delle società dal potere solo apparentemente immenso e incontrastato.

JD.com, l'e-commerce cinese oltre Alibaba

L'azienda fondata nel 1998 ha avuto un ruolo importante per la festa dei single nella quale Alibaba ha venduto 25 miliardi di dollari di prodotti. JD.com ha però ottenuto i 19 miliardi di dollari di risultato nell'intero periodo della festa (dal 1 al 12 novembre) a differenza del gruppo concorrente che ha ottenuto il risultato record nella sola giornata di sabato 11 novembre.

jd.com drone consegna amazon alibaba cina
JD.com sta studiando l'adozione nella consegna di tecnologie interessanti come i droni.

Alibaba ha al momento il 55% del mercato del commercio digitale cinese, contro il 25% della concorrente, che ha anche un approccio molto diverso al commercio digitale. La prima ha infatti un approccio da "marketplace" la seconda riprende invece un modello di e-commerce verticale molto più simile a quello di Amazon, con la presenza di un sistema di distribuzione e un'attività prevalentemente B2C.

Un'integrazione tra i due servizi?

Un'integrazione tra i servizi delle due aziende a questo punto è davvero improbabile visto che si riconoscono a vicenda come competitor anche se in passato c'è stato un tentativo di avvicinamento da parte di Jack Ma che ha proposto una partnership con l'inserimento di JD.com come fornitore, azione in linea teorica possibile proprio per le differenze nei modelli di business che non sono incompatibii.