business model canvas modello
Il business model canvas

Il modello di business viene scritto in una fase embrionale dell’impresa ed è caratterizzato
prevalentemente da constatazioni di tipo qualitativo, come quelle che vengono inserite nel Business Model Canvas. Lo strumento che invece contiene una pianificazione di tipo quantitativo è il Business Plan.

Il Business Model Canvas

Il Business Model Canvas, tratto dal libro best-seller “Creare modelli di Business”, è uno strumento di grande utilità per l’aspirante startupper perché gli consente di visualizzare il business model graficamente in modo chiaro e amichevole.

Vi spiegheremo come è costituito il Canvas, utilizzando come esempio il modello della famosa società Nespresso del gruppo Nestlè. Il modello di Nespresso è uno dei più utilizzati nelle spiegazioni per via di alcune caratteristiche interessanti e per il fatto di aver introdotto un’innovazione puramente commerciale: le macchinette da caffè esistevano anche prima del loro ingresso sul mercato.

La principale chiave di lettura del canvas lo divide in tre parti:

  • La parte centrale: la proposta di valore (value proposition);
  • La parte sinistra: le spese (costs);
  • La parte destra: i ricavi (revenues).

Immaginando lo schema come una bilancia, la sostenibilità del modello è determinata da un maggior peso della parte destra rispetto a quella sinistra.

La value proposition

Soddisfare un bisogno (pain) del cliente è ciò che rende sensata l’esistenza dell’azienda. Individuare questo bisogno è la prima fase della scrittura del business model. Questo punto è spesso meno semplice di quanto possa sembrare e trasforma l’idea tecnica in un valore.
Spesso infatti vengono in mente delle idee molto interessanti da un punto di vista tecnico ma che non sono in grado di soddisfare un bisogno sentito dalle persone oppure che riescono a soddisfarlo ma con un prezzo per il cliente finale troppo alto.

business model canvas nespresso modello
Business model di Nespresso rappresentato col Canvas

Il valore offerto da Nespresso è l’esperienza sensoriale del buon caffè espresso a casa propria.
È una necessità che le persone sentono (esistenza del pain) e riescono a soddisfare a un prezzo ragionevole.
Se invece, per ipotesi, il prezzo di questa esperienza fosse di 3 € a caffè probabilmente nessuno, pur sentendo il bisogno di un espresso, comprerebbe il loro prodotto.

Prima di procedere con le altre parti canvas è buona prassi validare la proposta di valore, attraverso analisi di mercato (osservazione indiretta) oppure con esperimenti mirati (osservazione diretta).

Nel prossimo articolo approfondiremo le parti “costs” e “revenues” del canvas per arrivare a una visione d’insieme delle attività d’impresa.