Copyright

RIFORMIAMO LA LEGGE SUL COPYRIGHT

Questa è la frase che ci accoglie all'apertura della pagina dedicata alla petizione di cui stiamo parlando. Stiamo parlando della pagina sul sito di Mozilla che presenta la petizione per il cambiamento delle norme sul copyright in Europa. Le attuali norme rendono tecnicamente illegali azioni quali diffondere sul web meme o foto di alcuni monumenti e palazzi. Addirittura, in alcuni stati, sarebbe illegale mostrare materiale protetto da diritto d'autore a scopo didattico. Mozilla illustra come intende cambiare le cose con la sua petizione in tre paragrafi.

La petizione di Mozilla per  la legge sul Copyright
La petizione di Mozilla per la legge sul Copyright

Aggiornare la legge europea in materia di copyright secondo le necessità del 21° secolo.

Mozilla evidenzia come le attuali norme in materia di copyright risalgano al 2001. Anno non troppo lontano, certo, ma recentemente stiamo assistendo a numerosi cambiamenti tecnologici. 15 anni fa la tecnologia era meno presente e molto peggiore, soprattutto nelle scuole. È evidente come ad oggi la situazione sia molto diversa.

"È necessario aggiornare e uniformare le leggi per consentire la creazione di ambienti online dove smanettare, creare, condividere e imparare. I contenuti usati a scopo didattico o parodistico, le immagini di paesaggi, le rielaborazioni e i materiali usati per ricerca e analisi non dovrebbero essere ritenuti illegali."

Queste sono le parole del sito. Siamo inoltre informati del fatto che in numerosi paesi europei, tra cui il nostro, non è legale inviare materiale didattico ai propri compagni di scuola o studenti, né scattare foto a paesaggi, monumenti, palazzi, murales, opere d'arte e quant'altro per poi diffonderle su internet. Praticamente, un'assurdità.

Introdurre apertura e flessibilità per favorire creatività e innovazione.

Meme, GIF animate, collage. Molti di noi le vedono spesso su internet, anche più volte al giorno.

"Le nuove tecnologie avanzano a un ritmo vertiginoso e le leggi non riescono a tenere il passo."

Sembra che nonostante in questi contenuti ci sia spesso una mano creativa e nonostante questi non presentino plagi di alcun tipo, questi siano da ritenersi illegali. Si parla nella petizione di come questo contenuto (che spesso presenta delle parti originali) sia reo di violazione del copyright. Viene quindi proposta la possibilità di una deroga in presenza delle condizioni di fair dealing (o fair use), per continuare a permettere agli utenti di contribuire alla realtà di internet.

Non tarpare le ali a Internet.

"Una delle peculiarità che rendono Internet così straordinario è il principio di innovare senza dover chiedere il permesso: chiunque, ovunque, è libero di creare contenuti e condividerli pubblicamente senza ostacoli."

Questa è però una libertà minacciata da svariate società che vorrebbero applicare dei filtri ad internet. Le modifiche in questione mettono a repentaglio la possibilità di condividere ed innovare liberamente, intaccando così anche la libertà di espressione degli utenti.

Se siete interessati a firmare questa petizione potete farlo a questo indirizzo.