Dopo qualche mese dal suo debutto e pur avendo riscosso un enorme successo, Nintendo ha dichiarato di voler fermare la produzione del NES Classic Mini. Questa console è una rivisitazione della storica piattaforma Nintendo, che ha gettato le basi per il successo dell'azienda. Questa nuova versione, più compatta grazie all'hardware moderno, al modico prezzo di 60 euro, si presenta con 30 titoli preinstallati.

NES Classic Mini
NES Classic Mini ha dimensioni davvero ridotte, sta addirittura nel palmo di una mano.

Come si poteva immaginare, più che sull'utenza più giovane, Nintendo ha puntato sui giocatori più vissuti e sulla loro nostalgia. Mossa ben pensata, tanto è vero che sono state vendute ben 1,5 milioni di unità. Questo successo inaspettato, anche da Nintendo, ha causato che la console finisse ad ogni ondata di produzione, rendendo NES Classic Mini di fatto introvabile.

Nonostante il successo spropositato, Nintendo ha bloccato la produzione della console in Nord America. Anche in Oriente la produzione cesserà a breve, dopo che quest'ultima serie di console sarà venduta, Nintendo abbandonerà la piattaforma.

Le cause della fine del NES Classic Mini

Sicuramente la società di Kyoto avrà avuto delle buone ragioni per giustificare questa mossa, che potrebbe sembrare inutile ed avventata.

Ecco invece il famosissimo SNES.

Una di queste potrebbe essere che Nintendo voglia presentare rivisitazioni di altre console, come ad esempio lo SNES, senza focalizzarsi su un'unica piattaforma.

Un altro pretesto è certamente Switch, il cui debutto ha indirizzato l'azienda sul proprio futuro, investendo su questa nuova console.