Nintendo Switch fail0verflow

Nintendo Switch potrebbe essere la sorpresa tecnologica più impressionante del 2017, ma sebbene abbia molte qualità eccellenti, lo spazio di archiviazione non è tra questi. E addirittura sembra che tutto ciò continuerà ad essere un problema se, come il Wall Street Journal riferisce, Nintendo ritarderà la produzione di cassette da 64 gigabyte.

In questo momento si possono utilizzare cassette fino a 32 gigabyte, che di solito è spesso abbondante, ma i giochi con grandi quantità di contenuti o risorse ad alta risoluzione stanno già andando incontro a tale limite.

Se non c'è abbastanza spazio sulla cassetta, gli utenti devono necessariamente scaricare il resto – o l'intero gioco – nella memoria di bordo del sistema, che si riempie piuttosto rapidamente. I dati possono anche essere inseriti in una microSD card fornita dall'utente, ma anche le più costose da oltre 200 gigabyte offrono meno spazio di archiviazione rispetto, ad esempio, all'archiviazione base di una Xbox One S o PS4 Slim.

Le cassette da 64 GB sono state originariamente pensate per essere disponibili entro il 2018, secondo quanto riferito dalla fonte del WSJ, ma il tutto è stato posticipato al 2019.
Tuttavia non è che non si riesca ad inserire grossi videogiochi in 32 gigabyte: Breath of the Wild è meno della metà.