Nowave, gli occhiali che difendono dalla luce blu

Nowave

Sono tante le persone sensibili alla luce blu prodotta dai dispositivi elettronici che può causare tante problematiche, tra le quali insonnia, emicrania, offuscamento della vista e rossore agli occhi.

Difatti sono note le precauzioni che tutti gli utenti dovrebbero prendere tali sintomi, ma a cui molti nemmeno fanno caso. L'ideale d'altronde sarebbe proprio fare più pause dallo schermo durante la giornata, e distare almeno 35cm da esso.

Ci pensa Nowave

Per aiutare tutti gli assidui utilizzatori di dispositivi tecnologici, ormai la maggior parte della popolazione tutti, arriva in soccorso Nowave: la startup made in Italy ha ideato degli speciali occhiali in grado di prevenire questi "danni" causati da tale esposizione prolungata.

L'azienda, fondata da Mauro Piras e Gino Repetto, ha infatti creato degli occhiali che assolvono a questa funzione ed inoltre, oltre a svolgere il ruolo per la quale sono stati ideati, risultano accattivanti dal punto di vista del design, rendendoli utilizzabili anche come accessori durante il giorno.

E' stato proprio uno degli obiettivi della startup, fin dalla sua nascita, creare un prodotto che potesse essere un vero e proprio accessorio da poter indossare senza remore e preoccupazioni.

Qui il sito ufficiale di Nowave.

Alti standard qualitativi

Nei momenti iniziali la produzione di lenti che rispettasse gli standard qualitativi di Nowave è stata difficoltosa poiché non trovavano produttori idonei, ma andando avanti nel tempo sono riusciti nell'impresa ed attualmente i loro occhiali superano ogni controllo qualità.

Inoltre è già possibile ordinarli tramite il sito in pochi semplici passaggi. Prima di tutto i clienti dovranno caricare la prescrizione medica, oppure prenotare una visita, sempre all'interno della piattaforma online.

Dopodiché, l'ottico di riferimento, situato a Genova, produrrà l'occhiale ordinato che poi sarà spedito ad una delle 20 sedi in convenzione con Nowave. Ancora poche, ma i due fondatori stanno già allargando le infrastrutture partner per puntare a garantire il servizio in ogni provincia d'Italia.