Mozilla Firefox Quantum

La nuova versione del browser di casa Mozilla, denominato Firefox Quantum, promette di essere molto più veloce del suo predecessore. Basato su un core engine completamente revisionato, eredita la più recente tecnologia sviluppata dal gruppo di ricerca di Mozilla, unito ad un design completamente nuovo e mirato per permettere agli utenti di fare ciò che gli riesce meglio: navigare su una moltitudine di pagine e aprire numerose schede. Il tutto a cuor leggero, visto che i creatori promettono un consumo minore di memoria RAM rispetto alla concorrenza, tutto a vantaggio delle risorse del computer.

Una svolta epocale per la software house

Oltre alla maggiore velocità di esecuzione, l'elemento che salta subito all'occhio è la nuova UI, denominata Photon. Il suo obiettivo è quello di modernizzare ed unificare tutto quello che è il mondo di Firefox, prendendo però vantaggio dal nuovo performante motore su cui gira il software. A questo scopo, la nuova UI è leggera e minimalista, assicurando sempre animazioni fluide e performance adeguate.

Firefox Quantum
sul fronte della velocità, Firefox Quantum assicura un miglioramento pari a due volte rispetto alla precedente versione

Il lavoro dei tecnici di Firefox si è concentrato sul modo in cui il nuovo browser potesse essere visualizzato, sia a casa che in mobilità. Per questo, i designer hanno creato un sistema scalabile, che sia in grado di espandersi oltre l'hardware adottato al momento della visualizzazione; questo design permette di fare un ulteriore passo verso la maggiore usabilità possibile, nel momento in cui a fianco alle pagine più visitate vengono inseriti i siti raccomandati dalle "Pocket recommendations".

Cambiamenti anche per quanto riguarda la ricerca

Oltre alla tecnica ed alla usabilità, Firefox è cambiato anche per il metodo di ricerca impostato di default. Adesso c'è Google come motore di ricerca preimpostato (negli USA e Canada), ma è possibile scegliere tra ben 60 diversi provider di ricerca ed oltre 90 lingue supportate, andando a scalzare dal trono qualsiasi altro browser in materia.

Sotto al cofano invece, i miglioramenti riguardano un nuovo motore CSS, denominato Stylo, in grado di prendere vantaggio dalle recenti architetture multi-core ed ottimizzato per un basso consumo.

Novità importanti dunque, che sembrano riflettere il volere di Mozilla di tornare ad essere leader nel settore. È di poco più di un mese fa, infatti, la notizia di un grande investimento di Mozilla nel settore delle piccole imprese, mossa che pare stia dando i suoi frutti.