NVIDIA e Audi insieme per l'AI sul palco del CES 2017

NVIDIA, sul palco del CES 2017, non ha presentato solo novità riguardanti il mondo informatico e dell'entertainment videoludico (come Shield TV e GeForce), ma si è anche concentrata su un settore che la vede protagonista da un po' di tempo, quello automobilistico. L'azienda ha infatti annunciato una partnership con Audi per portare, entro il 2020, un'auto con intelligenza artificiale di livello 4.

Sono ormai molte le vetture che a bordo montano processori NVIDIA, sia per l'intrattenimento di bordo che per i sistemi di assistenza alla guida. Proprio in questo settore si concentra il lavoro del noto produttore, per creare un'auto completamente (o quasi) autonoma e indipendente.

Secondo la scala SAE, il livello 4 di AI significa nessun intervento da parte dell'uomo per quanto riguarda la guida e la capacità di lasciare alla vettura la guida, anche in scenari e situazioni complesse. Alla base di questo lavoro ci sarà probabilmente il modello Audi Q7, già mostrata nella presentazione del CES e sviluppata in collaborazione, anche se l'intento delle due società è quello di portare entro il 2020 un nuovo veicolo, in grado di apprendere e imparare proprio come una vera e propria AI.

NVIDIA leader del settore software automobilistico

NVIDIA non ha in mente di collaborare solo con Audi: sta stringendo, infatti, accordi con diversi dei più importanti colossi automobilistici del mondo, per lavorare insieme sviluppando componenti e centraline installabili su ogni vettura.

Uno di questi è ZF, che lavora a ProAl, un altro sistema di guida autonomo basato su NVIDIA Drive PX2, che copre qualsiasi cosa abbia delle ruote, compresi (oltre alle classiche automobili) anche muletti da lavoro. Il secondo nome, più noto alle masse, è Bosch, che lavorerà sempre a componenti da rivendere a terzi.

Audi Q7 NVIDIA Guida Autonoma CES 2017

Queste collaborazioni renderanno NVIDIA una delle aziende leader nel settore, con un grande potenziale e guadagno. Mentre molte altre case stanno già sviluppando la propria versione di guida autonoma, per molti marchi potrebbe rappresentare una grande opportunità di risparmio acquistarne una verisone già collaudata e testata, evitando i costi di sviluppo. L'Audi Q7 avrà una telecamera frontale da 2 megapixel connessa con l'unità di calcolo Drive PX 2, firmata appunto da NVIDIA.

l'auto è in grado di mettere in relazione quello che le sue telecamere e i suoi sensori percepiscono con i comportamenti del guidatore, imparando come agire nelle diverse situazioni. Non solo, il sistema ha una tale potenza di calcolo che riesce a operare anche in condizioni di meteo e di luce mutevole, che sia investito direttamente dai raggi solari o dai fari delle altre automobili.