NVIDIA

Potrebbe essere finalmente il momento di mettere da parte la GeForce GTX 590, e mentre ci sei dovresti considerare l'aggiornamento a un sistema operativo a 64 bit, se non lo hai già fatto. Altrimenti, non aspettarti che NVIDIA rilasci altri driver GPU per la tua piattaforma.

NVIDIA ha annunciato che questo mese cesserà il supporto dei driver per i sistemi operativi a 32 bit. Ciò significa che non ci saranno più driver Game Ready o altre versioni dei driver che migliorano le prestazioni, né correzioni di bug. La società, tuttavia, rilascerà aggiornamenti di sicurezza secondo necessità fino a gennaio 2019.

Lo stesso vale per il software GeForce Experience che ha perso il supporto a 32 bit, anche se "le funzionalità e i servizi esistenti come le impostazioni di gioco ottimali continueranno a funzionare sui sistemi operativi Windows a 32 bit", ha osservato la società.

Questa non è una sorpresa perché la maggior parte degli utenti ha da tempo aggiornato a una versione a 64 bit di Windows e NVIDIA ha dichiarato nel dicembre dello scorso anno che ciò sarebbe accaduto. Al giorno d'oggi non ci sono molti motivi per utilizzare un sistema operativo a 32 bit, salvo per un vecchio sistema con hardware datato o in rari casi in cui la compatibilità potrebbe essere un problema. La maggior parte di questi sistemi non è comunque in grado di offrire prestazioni da gioco decenti.

Inoltre NVIDIA sta anche interrompendo il supporto dei driver per le sue schede grafiche dell'era Fermi. Questo aspetto entrerà in vigore questo mese e, proprio come con i sistemi operativi a 32 bit, gli unici aggiornamenti della GPU per Fermi rappresenteranno delle patch di sicurezza critiche fino a gennaio 2019.