Lumix G90

Panasonic annuncia l’arrivo della mirrorless Lumix G90, la nuova arrivata del marchio asiatico che andrà a sostituire l’attuale Lumix G8X con un nuovo sensore, corpo e funzionalità.

Panasonic Lumix G90: nuovo sensore e funzionalità ad un prezzo aggressivo

La società svela la Lumix G90 come una mirrorless puntata sulle dimensioni compatte e sulle funzionalità dedicate sia alle foto che ai video. Nel nuovo sensore Live MOS da 20,3 megapixel è assente il filtro passa-basso ed è affiancato dal processore Venus Engine per migliorare la qualità delle immagini.

Assieme non manca la stabilizzazione ottica a 5 assi interna, che può essere unita con la stabilizzazione dell’obbiettivo che arrivano a compensare fino a 5 stop, e la tecnologia AF DFD per poter modificare l’area di messa a fuoco anche dopo aver scattato la foto.

Il corpo, oltre ad avere un nuovo design e l’attacco ottiche MFT, è tropicalizzato, quindi resistente a schizzi d’acqua e polvere, mentre il nuovo mirino EVF è di tipo OLED con 2,36 milioni di punti assieme al display sempre OLED da 3″ con 1,04 milioni di punti.

Lumix G90 primo piano

Non manca anche il supporto alla registrazione video, anche esterna, che parte dalla risoluzione UHD a 30 fps per arrivare alla risoluzione FHD a 60 fps con autofocus continuo. Presenti due uscite jack per le cuffie e per il microfono e la possibilità di registrare video in slow motion fino a 120 fps.

L’autonomia può essere espansa ulteriormente utilizzando il connettore USB per la ricarica che combinata alla batteria, permette di avere maggior flessibilità e di poter scattare fino a 900 scatti. Panasonic Lumix G90 sarà disponibile a partire da Giugno ad un prezzo di 990 € per il solo corpo macchina, 1190 € con incluso l’obbiettivo 12-60 mm e 1340 € per quello con l’obbiettivo 14-140 mm.