Apple trasporti pechino

Apple continua ad essere fuori dal grande settore del pagamento mobile in Cina. L'ultimo evento è avvenuto questa settimana, quando il sistema di trasporto di Pechino è stato abilitato ai pagamenti tramite smartphone, rigorosamente Android.

Già i servizi  Wechat Pay di Tencent e Alipay di Alibaba dominano il settore del pagamento mobile in Cina, che è stimato di aver fatturato l'anno scorso $ 3 trilioni.

Il Financial Times riferisce che Yikatong, società di pagamenti per i trasporti pubblici di Pechino, ha lanciato un'applicazione compatibile con molti dispositivi Android che consente ai clienti di inserire i dati della propria carta di credito e conseguentemente pagare tariffe tramite il proprio telefono.

Apple non è incluso nel giro poichè il suo sistema operativo non supporta pagamenti di terze parti come Yikatong, preferendo invece il proprietario Apple Pay. Vale la pena osservare che iOS rappresenta solo il 16% di tutti gli smartphone in Cina, secondo i dati di Kantar a marzo.

Non è chiaro se esiste la possibilità concreta che i proprietari di iPhone passino ad un dispositivo Android solo per utilizzare l'applicazione per il trasporto, ma è un'altra prova di aneddotica che mostra la difficoltà che Apple ha in Cina, dove i ricavi sono scesi del 10% nel corso del suo quarto trimestre di attività.

Detto questo, gli analisti sono ottimisti sul fatto che il prossimo prossimo iPhone, fortemente legato a una serie di nuove funzionalità, può vendere bene in Cina se Apple è in grado di differenziarlo dai modelli precedenti. Il tempo dirà, ma mancando di importanti funzioni come la possibilità di pagare i trasporti pubblici cinesi, il gioco si fa sempre più duro.