La pet therapy entra nell'università Italiana

Pet therapy

La compagnia degli animali domestici è per tutti un conforto e una fonte di tranquillità. Per molti è infatti una costante di positività che spinge a ritornare all'interno delle proprie mura domestiche con un sorriso in più.

Sulla base del benessere creato dai nostri amici a 4 zampe, e non, l'università di Teramo ha deciso di dare il via ad una iniziativa rivoluzionaria per il settore istituzionale: inserire la pet therapy nel programma di ricerca del proprio ateneo.

La mente dietro la rivoluzione

Questa nuova sperimentazione parte grazie alla ricerca del neo laureato in tutela e benessere animale Gabriele Antonelli, che nello sviluppo della sua tesi "Analisi degli effetti e dell'interazione uomo-animale sullo stress pre-esame in un contesto universitario" ha effettuato molte sperimentazioni.

Quest'ultima è infatti focalizzata sull'impiego di cani di razza LabradorGolden Retriever come figure canine in grado di ridurre e porre benefici allo stress ed ansia causati proprio dagli esami universitari.

Antonelli ha sperimentato direttamente le sue teorie in alcune delle sedute tenutesi all'università di Teramo. Inizialmente si è concentrato sulla facoltà di veterinaria, ma ha inseguito esteso a molte altre all'interno dell'ateneo, tra cui i corsi con materie umanistiche e matematiche.

Gabriele Antonelli
Gabriele Antonelli, il neo-laureato dietro alla riuscita dell'iniziativa

 

Un successo che fa bene a tutti

I feedback degli studenti sono arrivati tempestivamente ed hanno registrato un successo completo tra di essi, infatti questi vorrebbero avere la possibilità di avere il proprio amico a 4 zampe al loro fianco in situazioni così tese e incerte.

Inoltre, non a caso, i dati hanno dimostrato che chi ha usufruito di questa terapia ha presentato una preparazione, se non prestazione, migliore di chi ne ha fatto a meno. Ma non è tutto qui, poiché dati alla mano, i test di stress autovalutativi hanno presentato valori molto inferiori dopo l'entrata in aula degli animali, rispetto a quelli effettuati prima.

In questo ambito, l'università di Teramo sarà la prima struttura istruttiva nazionale ad adottare in modo ufficiale questa pratica.

Pet therapy

Tutto il contrario per quanto riguarda il territorio globale, in quanto questo metodo è già da tempo ottimizzato ed integrato in paesi come: Stati Uniti, Harvard e Yale; Australia e Scozia.