Port-Liner olanda navi elettriche Tesla cargo

Non è sicuramente un mistero il fatto che in questi ultimi anni è nata una vera e propria corsa all’alimentazione rinnovabile per i veicoli. Esempio più lampante, sono senza dubbio i veicoli Tesla di Elon Musk, i più importanti e conosciuti del settore. Ma se l’innovazione dell’alimentazione elettrica fosse anche applicata anche al commercio navale?
Da qui, l’idea dell’azienda olandese Port-Liner, con la sua nave elettrica.

Port-Liner olanda navi elettriche Tesla cargo
Rendering 3D del prototipo della nave elettrica di Port-Liner

Port-Liner e la sua nave alimentata elettricamente

L’obiettivo è tanto semplice quanto fondamentale: abbattere le emissioni generate quotidianamente dai veicoli che svolgono servizi commerciali, come tir o cargo. L’idea di Port-Liner è quella di un cargo elettrico di grandi dimensioni. Il primo prototipo di nave cargo elettronico è già stato progettato e l’idea è quella di utilizzarlo inizialmente per una tratta relativamente breve (RotterdamAmsterdam).

Una delle idee sicuramente più importanti ed innovative pensate da Port-Liner è la posizione delle batterie. Queste, infatti, sono piazzate dentro un container. Trovandosi lì, scaricare e caricare le batterie a bordo della nave diventa un’operazione semplice e ordinaria, come già avviene per i container comuni. Non solo è interessante per un fattore di comodità, ma soprattutto per un discorso di sguardo al futuro, dato che la conversione di vecchi vascelli a diesel diventa così possibile vista la semplicità con cui si può implementare la batteria.

“Ci sono 7.300 natanti per brevi spostamenti in tutta Europa, e di questi più di 5.000 sono di proprietà di imprenditori belgi o olandesi. Siamo in grado di costruirne fino a 500 l’anno, ma già così ci vorranno 50 anni per riuscire a convertire questa industria all’energia rinnovabile”

Ha dichiarato il CEO di Port-Liner, Ton van Meegen.

Port-Liner nave elettrica cargo Tesla

I numeri importanti della nave di Port-Liner

Port-Liner, con gli obiettivi posti, cercherà di far fruttare un finanziamento arrivato dall’Unione Europea di 7 milioni di euro. Complessivamente, per la costruzione di 6 chiatte, parliamo di 100 milioni. Che vantaggi porterà la nave elettrica? Grazie alla sua enorme capienza, il cargo potrà trasportare ben 280 container, andando a risparmiare circa 23.000 viaggi effettuati da tir o più in generale da veicoli su gomma. La corsa all’abbattimento delle emissione è sempre viva, siamo finalmente vicini ad un mondo “green”?