tesla

National Grid ha annunciato questa settimana che il progetto per un sistema di stoccaggio dell'energia, con una batteria da 48 megawatt all'ora sull'isola di Nantucket, è stato approvato, selezionando Tesla per distribuire le batterie.

Nantucket è una piccola isola di circa 10.000 residenti permanenti, sparsi sul suolo di circa 30 miglia fuori dalla costa del Massachusetts, ma è anche una popolare meta turistica. Il sistema di trasmissione dell'elettricità sull'isola è al momento fornito da due cavi sottomarini che connettono l'isola con la terraferma, grazie al sistema di trasmissione su Cape Cod.

Il risultato è stato purtroppo quello di un fallimento critico, ma l'isola è stata alimentata dall'energia garantita da due generatori diesel da 6 megawatt, che fungono da generatori di riserva. Adesso, National Grid spiega che questi due generatori stanno raggiungendo la fine del loro periodo di vita utile, avendo bisogno di essere sostituiti. La compagnia sta guardando avanti, vedendo che la domanda di elettricità dell'isola è in forte aumento; l'intenzione è quella di aggiungere un terzo cavo sottomarino entro la fine dei prossimi 10 anni.

Tesla Powerpack
I powerpack di Tesla, in grado di alimentare aree enormi

Al posto del cavo, è stato proposto come metodo l'installazione di una batteria da 48 MWh, con un singolo generatore. In questo modo, il sistema a batteria potrà agire come riserva in caso fallissero i generatori principali o si interrompesse la corrente per brevi periodi, e come generatore di ricarica che entri in funzione quando serva. L'elemento più importante, però, sarà costituito dal fatto che ridurrà la domanda dall'isola, e stabilizzerà la griglia.

Le nuove sfide del produttore di energia pulita

Con questo sistema, National Grid crede di poter ritardare l'aggiunta di un terzo cavo sottomarino, di almeno 10 anni. Rudy WYnter, presidente e COO della sezione FERC-regulated Business di National Grid, ha commentato ieri come il sistema BEES (Tesla) riesca a fornire una efficiente ed effettiva soluzione alle due maggiori sfide energetiche sottoposte all'isola. Tutti si aspettano molto dalla compagnia per distribuire energia pulita.

Il coordinatore dell'isola di Nantucket, Lauren Sinatra, ha aggiunto: "La città di Nantucket appoggia l'idea di National Grid di voler portare una fonte d'energia innovativa sull'isola. Siamo confidenti che la proposta presentata, combinata con i programmi mirati di risparmio dell'energia, e gli ultimi progetti di upgrade per l'infrastruttura elettrica, giocheranno un ruolo chiave per raggiungere i bisogni energetici di Nantucket sia a lungo che a breve termine".

Uno sviluppo senza sosta

Ben 48 MW all'ora richiederanno oltre 200 Tesla Powerpack, rendendolo di fatto uno dei più grandi progetti di stoccaggio dell'energia di Tesla. Inoltre, la divisione stoccaggio di Tesla ha visto un repentino aumento della produzione, grazie al rilascio di 109 MW all'ora generati nell'ultimo quarto di anno. Uniti al rilascio di Powerpack per salvare il Puerto Rico devastato dalle alluvioni, ed al lavoro sul gigantesco impianto da 129 MW all'ora attualmente operativo in Australia, rendono Tesla l'azienda leader nel settore dell'energia pulita.