Apple e Google hanno recentemente annunciato che introdurranno, con le prossime versioni dei loro sistemi operativi mobile, le funzionalità Screen Time e Android Dashboard, consentendo agli utenti di monitorare e limitare l'utilizzo del proprio dispositivo e delle singole app. Al momento questi aggiornamenti non sono disponibili per tutti e, purtroppo, molti smartphone non li riceveranno mai. Il mese scorso, il CEO di Instagram Kevin Systrom ha confermato l'intenzione di implementare una feature del tutto simile nella propria app.

A maggio TechCrunch ha riferito la scoperta di parti di codice nascoste nella app che facevano riferimento alla funzione "Usage Insights" (statistiche sull'utilizzo), a cui Systrom ha risposto con un tweet confermando la volontà del social network di "costruire strumenti che aiuteranno la comunità di Instagram a saperne di più sul tempo che vi trascorrono"

Come di consueto, la sviluppatrice Jane Manchun Wong, scavando nel codice del pacchetto Android dell'app, è riuscita a fornire a alcune interessanti anteprime della funzione.

Instagram attività Usage Insights statistiche utilizzo anteprima

La funzione potrebbe essere soggetta a cambiamenti prima del rollout ufficiale, ma gli screenshot ci danno un'idea di ciò che gli utenti potranno controllare. Troviamo un conteggio giornaliero del tempo passato sull'app, insieme alla possibilità di impostare un limite oltre il quale verrà mostrato un promemoria.

Instagram attività Usage Insights statistiche utilizzo anteprima
La probabile posizione della nuova funzione, accessibile dal proprio profilo

Non figura la possibilità di bloccare completamente l'applicazione una volta superato il limite, ma il promemoria resta comunque un comodo avviso per limitare gli eccessi.

Instagram è una delle app più apprezzate e popolari in tutto il mondo e per gli utenti è facilissimo abusarne. Al giorno d'oggi app e siti web adottano una enorme varietà di strategie per catturare e mantenere il più a lungo possibile l'attenzione degli utenti. L'assuefazione è denaro. Colori forti, notifiche frequenti e feed infiniti sono solo alcuni dei modi con cui i social network tengono gli utenti impegnati, creando in loro un bisogno costante di controllare i post più recenti e assorbire continuamente informazioni.

I giganti come Apple, Google e Instagram iniziano a rendersi conto della loro responsabilità nell'uso potenzialmente dannoso delle loro app da parte degli utenti. È rassicurante sapere che riescono a dare più importanza alla salute degli utenti, rinunciando a parte di guadagni sulle inserzioni ed engagement.