auto motore elettrico

La regione Lombardia è convinta che debba essere l'Italia a portare avanti la tecnologia legata alle auto elettriche. Per questo motivo ha investito 4 milioni di euro nello sviluppo di un nuovo motore elettrico secondo il progetto IMPREVES (Integrazione di prodotto e processo per la realizzazione di motori elettrici per veicoli stradali).

Dalla regione sono stati elargiti 4 dei 7 milioni richiesti; il progetto prevede lo sviluppo di una nuova generazione di motori elettrici ad alte prestazioni, secondo gli standard dell'industria 4.0. Ci si aspetta un primo prototipo già nel corso del 2019.

auto motore elettrico

I lavori sono iniziati nel Parco Scientifico e Tecnologico Kilometro Rosso di Bergamo. I partner e gli enti con cui il progetto è affiliato sono i seguenti:

  • Brembo, azienda di Bergamo specializzata nei sistemi frenanti a disco;
  • Magneti Marelli, importante produttore di sistemi per automotive ad alta tecnologia;
  • Il Politecnico di Milano e l'Università degli Studi di Bergamo;
  • PeriMako-Shark, Utp Vision e diverse Pmi ad alta innovazione;
  • La startup eNovia e Md Quadro, legato al mondo universitario.

Il motivo dietro lo sviluppo del nuovo motore elettrico

L'idea di base è lo sviluppo di un motore a magneti permanenti del tutto nuovo e superiore a livello di prestazioni. A sostenere il progetto, il presidente della regione Roberto Maroni assicura:

Noi vogliamo investire in questa direzione, affrontando i problemi dell'ambiente e dell'inquinamento, anticipando una tendenza sempre più seguita dalle case automobilistiche. Qui c'è un progetto che ci interessa molto, che vale più di 7 milioni di euro, 4 dei quali mettiamo noi attraverso la nostra legge 'Lombardia è ricerca e innovazione.

L'obbiettivo è ovviamente favorire la mobilità sostenibile, instillando nei cittadini l'idea che affidarsi ai carburanti fossili è da sostituire con l'esclusivo utilizzo di fonti rinnovabili, sia per i danni legati all'ambiente, sia per la possibilità di autogestire il fabbisogno energetico.

La regione Lombardia, come il Lazio e il Piemonte, è una delle regioni con il più alto livello di inquinamento e, iniziare da una regione così grande e centrale nell'economia italiana, è un ottimo punto di partenza. Rimaniamo in attesa, quindi, di una simile adesione anche da parte altre regioni italiane.