amazon Wardrobe

Dopo l'acquisto di Whole Foods, Amazon si prepara ad invadere un ulteriore mercato, quello dei vestiti. A breve, momentaneamente in esclusiva per gli Stati Uniti, il colosso dell'e-commerce offrirà una possibilità in più a tutti coloro che vogliono acquistare capi d'abbigliamento online, Prime Wardrobe.

Anche se l'acquisto di merce online è entrato a far parte della vita di tutti i giorni, sono ancora molte le persone che non si fidano ad acquistare vestiti, perchè consapevoli del fatto che le mere misure scritte dal produttore non bastino. E se il capo scelto, rispetta le misure, ma non ci piace come "veste"?

Poter provare prima di acquistare

A questo punto Amazon ha realizzato ciò che molti attendevano da tempo: la possibilità di provare il prodotto, prima di effettuare l'acquisto. Potremo ordinare da 3 a 15 capi di categorie differenti (scarpe, vestiti, accessori) per provarli e, in caso di reso, restituirli entro 7 giorni, ovviamente senza spese aggiuntive.

amazon wardrobe

Nel caso in cui decidessimo, invece, di coprare alcuni di essi, otterremo uno sconto del 10% se ne acquisteremo 3 o 4, se invece saranno 5 o più capi, lo sconto sarà del 20%. Per quanto possa sembrare una mossa azzardata, Amazon offre questo servizio ai clienti Prime che pagano 99 dollari l'anno, quindi per i pochi casi di rientro della merce, il prezzo dell'abbonamento coprirà tutte le spese.

Il fallimento del mercato fisico

L'enorme comodità offerta dal colosso di Seattle nasconde, però, un'enorme problematica: dove si espande Amazon, falliscono tutti gli altri. Purtroppo, abituati a tutti i servizi e alle scelte di mercato di Jeff Besoz, la maggior parte dei giovani acquista esclusivamente online.

amazon wardrobe

Ricordiamo che Amazon nacque vendendo libri online e, dopo la sua prima espansione, metà delle librerie statunitensi dovette chiudere per fallimento. La velocità e gli enormi sconti che l'azienda si può permettere, sono tali da eliminare quasi del tutto la concorrenza, sia fisica che virtuale.

Attualmente, in Italia, i servizi offerti si limitano ad una parte del catalogo di Amazon Video, Prime Photo, Spedizioni in un giorno e Twitch Prime. Questo, però, per poco meno di 20 euro all'anno. Diversamente, negli USA, i servizi sono molti di più, e comprendono anche prodotti freschi e, da oggi, vestiario. Siamo arrivati al totale controllo della compagnia sul mercato?