Razer Deathadder Elite

Razer DeathAdder Elite rappresenta l'ultimo gioiellino sfornato dalla nota casa americana. Erede dei più famosi DeathAdder 2013 e Chroma, si rinnova con un nuovo sensore, nuovi pulsanti e nuovi materiali.

Tra le caratteristiche salienti si notano il nuovo sensore PMW3398, i nuovi pulsanti meccanici Razer, e un'illuminazione RGBW. Mentre la forma ad artiglio, marchio di fabbrica dei mouse Razer, rimane invariata con l'aggiunta di una trama gommata ai lati.

Specifiche Tecniche – Razer DeathAdder Elite

  • Sensore: Razer-PixArt PMW3398, tipo ottico infrarossi (IR)
  • Pulsanti: Razer-Omron D2FCR, meccanici con durata 50M di click
  • Numero pulsanti: 6+1 (rotellina)
  • DPI: Range compreso tra 100 e 16000 DPI
  • Peso approssimativo: 105 g
  • Dimensioni: 127x70x44 mm
  • Polling Rate e memoria interna: 1000 Hz, assente
  • Software: Razer Synapse
  • Interfaccia: USB, placcato in oro
  • Retroilluminazione: LED RGBW 16.8M su logo Razer e rotellina

1Packaging e accessori

Il mouse si presenta in una scatola di colore nero con dettagli verdi ed un primo piano del mouse, il nome modello, e l'adesivo indicante che supporta la tecnologia Razer Chroma.

Razer Deathadder Elite manualiAperta la confezione si trova il mouse protetto da uno stampo in plastica, degli adesivi col logo Razer, il manuale d'uso e un foglietto con i ringraziamenti.

2Design e primo impatto

Il mouse si presenta di primo impatto con materiali e costruzione di eccellente qualità nella sua tipica forma ad artiglio. Il design è rimasto invariato rispetto ai precedenti modelli, ma è stato continuamente seguito da diversi giocatori professionisti eSports per migliorarlo ulteriormente.

Un design che lo rende tra i mouse più ergonomici e comodi che si possano trovare sul mercato attualmente; complice anche una leggere "cunetta" sui tasti principali che aiuta a migliorare la presa con le dita. Sul dorso troviamo il logo Razer, i pulsanti per cambiare i DPI e la rotellina.

Razer Deathadder Elite rotellina

Ai lati troviamo uno strato di gomma a trama nido d'ape con i due tasti laterali di generose dimensioni. La rotellina è dotata di retroilluminazione e non richiede molta pressione per la registrazione dell'input; essendo anche gommata permette una miglior presa durante l'utilizzo e scorre fluidamente senza blocchi.

Razer Deathadder Elite tasti laterali

Una delle novità del DeathAdder Elite sono i nuovi pulsanti meccanici Razer di elevata fattura. Sviluppati in collaborazione con Omron, azienda leader nel settore, utilizzano una nuova lega che permette di renderli più leggeri alla pressione e più rapidi nel registrare l'input, oltre a renderli più duraturi con una durata stimata di ben 50 milioni di click.

Razer Deathadder Elite sotto

Sul fondo del mouse troviamo il numero seriale, il sensore, e i due grossi gommini in teflon per garantire la massima durata e scorrevolezza sulla superficie. Il cavo con presa USB placcata oro misura 2,10 m e il peso complessivo del mouse è di 105 g circa.

Razer Deathadder Elite cavo

3Sensore e illuminazione

Razer, per assicurare il meglio ai suoi giocatori, ha deciso di fare carta bianca sul sensore puntando ad una versione modificata del diffuso PixArt PMW3360: PMW3398.

Il nuovo sensore PMW3398 rappresenta attualmente il sensore più veloce e più preciso sul mercato. Grazie ad una precisione del 99,4% e una velocità di 450 pollici al secondo (IPS) garantisce una reattività e precisione elevatissima, mentre la risoluzione può essere regolata in un range fra un minimo di 100 e un massimo di 16000 DPI (effettivi).

Il sensore è di tipo ottico a luce infrarossi e non soffre nessun tipo di accelerazione hardware o jitter. L'illuminazione è garantita da un LED RGBW posto sotto il logo Razer e sulla rotellina, la luminosità complessiva è molto intensa così come i colori ben riprodotti, in particolare i bianchi sono tra i più luminosi e puri che si trovano su dei led RGB.

4Testing

Per il testing del DeathAdder Elite abbiamo proceduto col valutare la precisione, risoluzione, e velocità tramite il programma Enotus e diverse prove in gioco. Il mouse è stato calibrato ed utilizzato su un tappetino Ozone Ground Level M alla risoluzione di 1400 DPI e ai DPI massimi.

Come si può dedurre dall'immagine, il risultato complessivo ottenuto è di alto livello e raggiunge le specifiche dichiarate dal produttore.

Abbiamo proceduto anche ad una prova in gioco servendoci dell'ultimo FPS di casa Bethesda DOOM, dove durante le diverse sessioni di gioco abbiamo potuto constatare l'elevata precisione e reattività del sensore senza notare impuntamenti o accelerazioni.

I nuovi pulsanti Razer si sono rivelati molto reattivi e piacevoli durante l'uso grazie alla loro forza leggera. Mentre la forma ad artiglio e i lati gommati del mouse lo hanno reso molto confortevole durante le sessioni d'utilizzo.

5Software

Il mouse DeathAdder Elite è configurabile tramite il software Razer Synapse che sincronizza anche le impostazioni su server cloud. Nel software è possibile modificare le impostazioni del mouse, aggiungere macro, oppure sfruttare le Chroma Apps per personalizzarlo a piacimento.

Nella prima scheda è possibile configurare l'azione che ogni tasto compie permettendo anche di disattivarli. È possibile anche salvare le impostazioni su dei profili in modo da averli sempre pronti all'uso.

Razer Deathadder Elite sensibilità

Nella seconda scheda è possibile configurare i DPI e l'accelerazione del mouse scegliendo un valore diverso per ogni asse, e anche la possibilità di modificare il polling rate.

Razer Deathadder Elite illuminazione

La terza scheda è dedicata all'illuminazione: dove si può regolare la luminosità, scegliere tra 16.8 milioni di colori, scegliere quali zone illuminare e utilizzare diversi effetti visivi con le Chroma Apps.

Razer Deathadder Elite calibrazione

L'ultima scheda permette di calibrare il sensore per il tappetino su cui lo si sta usando, con la possibilità di scegliere tra profili predefiniti o la creazione di essi. La calibrazione permette al sensore di scorrere meglio sul tappetino migliorando l'esperienza complessiva d'uso.

Razer Deathadder Elite macro

Passando alle altre due schede troviamo quella per le macro e una per il "data tracking" dei movimenti del mouse. Quando attivato, il software registrerà tutti i movimenti del mouse mostrando anche una "heatmap", con le zone più cliccate.

6Conclusioni

Durante questa prova è stato possibile evincere che Razer è riuscita a tutti gli effetti a creare un valido erede del DeathAdder. A partire dal nuovo e velocissimo sensore, fino agli ottimi materiali rendendolo un prodotto eccellente e robusto.

I nuovi tasti Razer si sono rivelati ottimi sia durante l'uso normale che durante il gaming grazie alla loro leggera forza. Sui materiali e sull'ergonomia è stato fatto un ottimo lavoro, rendendo questo mouse tra i più confortevoli e duraturi che si possono trovare.

Razer DeathAdder Elite è disponibile presso i rivenditori ufficiali al prezzo di 85 € circa. Potete acquistarlo su Amazon al seguente indirizzo.