Rimbalzando su vari siti di diverse nazionalità, arriva finalmente anche da noi la notizia che Resident Evil 7 riceverà il supporto al cross-save tra Xbox One e PC. Questa notizia ci potrebbe far supporre che il titolo (tra l'altro già preordinabile su Steam) potrebbe entrare a far parte del programma Xbox Play Anywhere, protagonista dell'E3 Microsoft di quest'anno.

In un articolo riguardante le diverse feature presenti nelle varie versioni del gioco (pubblicato da Dengeki e tradotto da IGN), viene sottolineato come "la versione Windows Store può condividere dati di gioco con la versione Xbox One". A seguito di queste dichiarazioni, Capcom ha direttamente confermato, senza troppi giri di parole, che il cross-save tra Xbox One e PC è praticamente realtà.

Resident Evil 7 e cross-save: una delle feature più importanti di Xbox Play Anywhere
Resident Evil 7 doorway
Uno screenshot tratto dal Lantern Gameplay Trailer di Resident Evil 7.

Ciò fa sperare nel fatto che Resident Evil 7 possa far parte del programma Xbox Play Anywhere, che permette agli utenti di ricevere, con un unico acquisto, le versioni Xbox One e PC dei titoli partecipanti. Le feature principali dei giochi che aderiscono a questo programma sono, infatti, il cross-play per quanto riguarda i titoli multiplayer e (soprattutto) il cross-save tra le due piattaforme.

La presenza del cross-save in Resident Evil 7, dunque, fa sperare nel fatto che Capcom possa annunciare, in un futuro nemmeno tanto remoto, che il titolo sarà il primo di una lunga serie di videogiochi di terze parti a partecipare al programma istituito da Microsoft. Tale speranza si fa ancora più concreta se si pensa a come Capcom sia stata piuttosto specifica riguardo alle piattaforme che potranno sfruttare il cross-save (esclusivamente Xbox One e PC).

Tagliando fuori PlayStation 4 (intorno alla quale è stato praticamente costruito l'intero marketing di Resident Evil 7, con tanto di demo esclusive e la possibilità che la modalità VR del titolo resti esclusiva PlayStation per un anno) sembra non far altro che avvalorare la tesi dell'appartenenza del titolo Capcom al programma Microsoft. Non resta dunque che attendere il rilascio del titolo (che sarà disponibile a partire dal 24 gennaio 2017), nella speranza che sia fatta chiarezza sulla vicenda.