Dopo l'appuntamento della scorsa settimana dedicato al crowdfunding, vediamo oggi le novità della settimana.

DroneMax 360

Si tratta della prima stazione di ricarica portatile per droni.

crowdfunding
DroneMax 360 in funzione.

DroneMax 360 presenta numerose porte che permettono la ricarica di 10 dispositivi contemporaneamente. Sono presenti due porte USB Type A, due porte USB Type C, vari connettori per batterie di droni e due uscite per collegare qualsiasi utilizzatore a 220 V.

Secondo quanto dichiarato dai produttori, il dispositivo è in grado di ricaricare 4 volte un drone, 35 volte una action cam, 3 volte un notebook e ricaricare il proprio smartphone per più di 20 volte.

DroneMax 360 quindi sembrerebbe il gadget definitivo per chi è spesso in viaggio e ha bisogno di avere sempre con sé una buona quantità di energia elettrica. A questo proposito sono anche in vendita due tipologie di pannelli solari in grado di ricaricare il dispositivo, magari durante un campeggio.

crowdfunding

La versione base di DroneMax 360 viene proposta ad un prezzo di 160 $, mentre la versione con pannello solare da 21 W a 238 $. Spedizione prevista per maggio 2018.

PINE

crowdfunding

Si tratta di un motion controller universale per i principali accessori motorizzati per camere (slider, teste con pan e tilt, follow focus/zoom con motori passo-passo).

Permette di effettuare movimenti di camera in maniera automatica e remota.

crowdfunding
Le principali funzioni di PINE

PINE può essere collegato a qualsiasi motore passo-passo. Ogni controller possiede 4 output per i motori e 2 output per le camere.

Questo dispositivo viene configurato tramite PINE Motion App, disponibile sia su App Store che su Play Store. Dopo aver settato i parametri di regolazione, possiamo tranquillamente scollegare il dispositivo dal telefono per non consumare la batteria del nostro smartphone.

Tra le funzioni piú interessanti sicuramente la possibilitá di creare foto a 360 gradi.

PINE viene proposto ad un prezzo base di 399 € con spedizione a partire da giugno 2018.

Si conclude qui l'appuntamento di questa rubrica. Fateci sapere la vostra nei commenti e condividete l'articolo se è stato di vostro gradimento. Alla prossima!