Le voragini stradali, più comunemente chiamate “buche”, sono una delle problematiche più comuni in Italia, soprattutto in città come Roma.

La RoadBotics, azienda statunitense, ha però realizzato un sistema di prevenzione stradale in grado di individuare le crepe e voragini situate nel manto stradale e ricavarne vari dati importanti.

LEGGI ANCHEL’intelligenza artificiale è razzista e Google investe su AI4All

Questo sistema basa il suo funzionamento su un’intelligenza artificiale che può mappare con precisione tutte le buche incontrate e classificarle in base allo stato di degrado del manto stradale. Questo processo permette poi all’IA di segnalarle in tempo reale alle autorità competenti ed eventualmente permettere un intervento da parte delle autorità competenti.

RoadBotics prevede l’installazione di una dashcam o uno smartphone sul parabrezza delle vetture e, durante il tragitto, questi saranno in grado di individuare le voragini. Tramite un sistema cloud ,le immagini riprese saranno memorizzate e classificate, tramite colorazione, in base al proprio stato: verde, se la strada è esente da imperfezioni degne di nota, e rosso, nel caso il manto stradale sia in pessimo stato e necessiti di un intervento urgente.

LEGGI ANCHERisarcimento ritardo volo: Intelligenza Artificiale e fattore umano in una sola app

Roadbotics

La giovane azienda statunitense è stata fondata recentemente, nel 2017, ed è già riuscita ad ottenere un finanziamento da Urban-X, l’acceleratore di startup guidato da player come Mini e Urban.Us. Questo acceleratore è molto particolare, proprio perché è dedicato alle startup che operano nel settore l´obiettivo urbano e della prevenzione in tale ambiente.

Attualmente poi, il sistema inventato da RoadBoatics ha già destato l’interesse di ben 15 stati statunitensi e la città di Savannah ha già sottoscritto con essa un accordo per l’utilizzo del suo software di prevenzione.