Orsi Polari

Ogni giorno il riscaldamento climatico nell’Artico ci preoccupa sempre più, anche perché rappresenta una minaccia per le tante specie che lo popolano. Fast Company, San Diego Global Zoo e un gruppo che si occupa di proteggere gli animali selvatici hanno deciso di utilizzare la tecnologia per prevenire questa minaccia nell’habitat di diverse specie, grazie anche alla collaborazione con Northrop Grumman Corporation che sta realizzando un drone per verificare lo stato dei ghiacci e il comportamento degli orsi polari.

Orso polare
Uno dei primi droni che veniva utilizzato in passato

Il controllo dell’ambiente e dei suoi cambiamenti

Nel mese di Novembre questo Drone volerà il Polo Artico per mappare l’ambiente e per controllare gli animali che lo abitano in modo dettagliato, cosa abbastanza difficile per le normali attrezzature di ripresa ad alta definizione a causa delle temperature rigide (si parla di -34 °C). I cambiamenti climatici registrati negli anni scorsi hanno causato non pochi disagi agli orsi polari cambiandone la loro abitudine alimentare, per via del fatto che si sono dovuti ambientare alla terraferma e quest’ultima rappresenta digiuno per loro.

Come questo drone potrà salvare gli orsi polari?

Grazie a questo drone potremo osservare i loro spostamenti, verificarne la posizione e il loro stato di salute. Oltre a ciò potremo utilizzare dei segnali luminosi e sonori per allontanarli dai pericoli che incombono nell’ambiente. L’utilizzo dei droni può portare benefici per gli animali a rischio, ma l’importante è utilizzarli in modo corretto.

L’equipaggiamento di cui disporrà il Drone

La missione del drone sarà sorvolare l’area di Knife Delta, a 40 kilometri dalla baia di Hudson. Il drone sarà dotato di una capsula che conterrà una telecamera ad alta risoluzione e un sensore utilizzato per il monitoraggio delle colture; quest’ultimo è stato ideato dalla Startup dell’università del Kansas chiamata Aerotenna. Inoltre è in elaborazione un algoritmo che segnalerà la presenza di orsi e traccerà i movimenti. La capsula sarà rivestita di un materiale utilizzato nello spazio che consente l’utilizzo degli strumenti sia alle temperature più elevate che a quelle più fredde.