Seagate Logo

Seagate ha recentemente svelato un nuovo disco rigido da 2.5" da 2 Terabyte di capienza e solo 7mm di spessore grazie alla tecnologia SMR. Un record!

Andiamo nel dettaglio: esistono già sul mercato dischi rigidi da 2TB, ma lo spessore da 9.5mm può risultare un problema per alcuni ultrabook. L'essenza alla base di tutto questo sono rotore, braccio, testine e altri componenti leggermente "miniaturizzati", e due piatti magnetici SMR da 1TB l'uno che permettono di avere tanta capienza in poco spazio. Quantità cache e velocità di rotazione non sono stati ancora chiariti, mentre sappiamo userà una porta Serial ATA. Ma di che si tratta la tecnologia SMR?

Shingled Magnetic Recording ("Registrazione Magnetica a Scandole", letteralmente) è una tecnologia di memorizzazione magnetica dei dati utilizzata in questi dischi rigidi, che permette di avere una maggior densità di spazio sui piatti. Solitamente nei dischi rigidi convenzionali, le testine registrano i dati tramite una scrittura senza sovrapposizione su delle tracce magnetiche parallele tra di loro, mentre invece questo sistema di scrittura a "scandole" scrive nuovi dati che vanno a sovrapporsi sulle precedenti tracce scritte, che permette alla seconda traccia di essere più "snella" e avere più densità e spazio. Molto simile alle scandole presenti sui tetti (da cui prende il nome).

Seagate, grazie a questa tecnologia, può dare il via libera in futuro per produrre anche dischi rigidi di queste dimensioni da 3TB, così come Hard Disk da 3.5" da ben 10TB su 5 piatti, riempiti di elio. Seagate non ha rivelato se i piatti che sfruttano la tecnologia SMR siano prodotti dall'azienda stessa, oppure dalla giapponese Showa Denko K.K. Quest'ultima all'inizio del 2015 ha introdotto piatti da 750GB per Hard Disk da 2.5", anche se ha poi promesso di rilasciare piatti per le suddette unità.

Nonostante l'aumento di densità, gli Hard Disk SMR non consentono di raggiungere le velocità a cui siamo abituati con gli HDD attuali. Sareste disposti ad utilizzare Notebook e Ultrabook più sottili e molto più capienti, sacrificando le performance dell'unità di immagazzinazione?