Gli smartwatch, attualmente, soffrono di varie problematiche legate alla loro longevità di carica. Le loro batterie hanno infatti breve durata e ricordano, sotto molti punti di vista, un ciclo vitale giornaliero simile a quello medio-basso della stragrande maggioranza degli smartphone.

Considerato l’utilizzo di un dispositivo del genere, pensato principalmente per funzioni di utility in qualsiasi momento della giornata, questo potrebbe risultare relativamente grave, soprattutto se vi è una necessità di ricarica ripetuta, o costante.

La “soluzione  energetica” di Sequent

Sequent, startup svizzera, ha pensato a lungo a tutti i problemi sopracitati ed ha sviluppato e testato, nel corso di 3 anni, il primo smartwatch con un sitema di autoricarica.

Il prodotto, omonimo nel nome, sfrutta infatti l’energia cinetica dei movimenti captati dal suo sensore allo scopo di ricaricare la batteria ai polimeri di litio.

Sequent

Le funzioni non mancano

Il Sequent non promette solo di essere un dispositivo longevo, bensì di avere anche molte funzioni, tra cui:

  • Connsessione bluetooth
  • GPS integrato
  • App di base per sport e fitness
  • Sistema di notifiche
  • Compatibilità con iOS ed Android

D’altronde, il nuovo smartwatch di nazionalità Svizzera avrà la possibilità di essere indossato anche durante l’attività fisica, con ricarica ovviamente accelerata, ed avrà app dedicate da installare sul proprio smartphone o dispositivo.

Sequent App

La campagna Kickstarter

Attualmente il prodotto di Sequent è acquistabile su Kickstarter, con varie opzioni di acquisto e personalizzazione. Infatti i backers che parteciperanno alla campagna di crowdfunding, sul noto sito, avranno possibilità di scegliere vari aspetti del proprio smartwatch, tra cui cinturino, colore ed edizione.

L’arrivo, per tutti i finaziatori, è previsto per dicembre 2017, ed invece arriverà sul mercato ad un prezzo maggiorato di circa 200 euro.

Sequent

Qui di seguito il link alla campagna Kickstarter di Sequent.