Nell’ultimo periodo la moneta digitale ha preso il sopravvento sulla moneta cartacea. Alcune valute, come i Bitcoin, hanno avviato una vera e propria rivoluzione nei metodi di pagamento e recentemente iniziano ad essere accettati come valuta ufficiale per i pagamenti.

TenX, una startup di Singapore, ha creato una carta di credito con la quale si può pagare direttamente in Bitcoin. Ricordiamo che, ad oggi, un Bitcoin vale più o meno 2200 euro.

Tuttavia usufruire dei Bitcoin minati non è facile, ma questa azienda sembra aver trovato un metodo per convertire in modo istantaneo la moneta virtuale in dollari, yen o euro, le quali sono le uniche valute di scambio utilizzabili al momento.

Da Bitcoin a dollari in meno di un secondo

Come detto, i Bitcoin hanno un valore altissimo ma tuttavia sono sempre stati difficilmente integrabili all’interno della vita quotidiana. TenX si sta quindi ponendo una sfida di importantissimo livello: se il servizio funzionerà correttamente, potrebbe dare il via libera per sdoganare i Bitcoin.

La carta di credito ideata da TenX si impone di funzionare come un convertitore istantaneo per tradurre i Bitcoin in moneta reale. La carta funzionerà su un circuito Visa, in modo analogo a qualsiasi altra carta di credito.

Quando userete questo servizio il pagamento presso il negoziante sarà effettuato in valuta locale, se disponibile, mentre a voi sarà addebitato il valore della spersa tradotto in Bitcoin. Tuttavia, le monete digitali disponibili sono otto ma entro la fine del 2017 dovrebbero essere aggiunte altri tre tipi di monete.

Il servizio offerto da TenX ha però un limite di spesa di 2000 dollari, il quale è dovuto a dei controlli di sicurezza che vengono posti per le procedure che compirete. Questo limite sarà poi eventualmente incrementabile col passare del tempo.

TenX, un successo per tutti i possessori di Bitcoin

TenX ha già ricevuto circa 10 mila ordini per le proprie carte e l’azienda stessa ha dichiarato che tratterà il 2% su ogni singola transizione effettuata tramite le proprie carte. Tuttavia, l’azienda promette che questa sarà l’unica commissione: non ci saranno commissioni sui cambi di valuta.

TenX attualmente processa transazioni per circa 100 mila dollari, l’obbiettivo dell’azienda è però quello di arrivare a 100 milioni di dollari al mese entro la fine del prossimo anno.

Su questi argomenti si è espresso Julian Hosp, Co-Founder di TenX, dichiarando:

“Siamo ambiziosi. Stiamo mescolando due mondi che sono uno la notte e l’altro il giorno. Quando l’utente paga con la criptomoneta, dobbiamo cambiare immediatamente la valuta nella moneta locale e pagare tramite Visa. E’ un’operazione stratificata e complessa ma siamo in grado di realizzarla con successo. Se ce la faremo diventeremo i market maker.”