La società di telecomunicazioni giapponese Softbank è ormai uno dei principali investitori internazionali per l'innovazione, grazie anche al fondo Vision attivato l'anno scorso. L'azienda è azionista di grandi società come Uber, Lyft, Nvidia e Didi Chuxing, per citarne alcune e ha visto degli ottimi risultati nell'ultimo report trimestrale soprattutto grazie alla exit dell'ecommerce Flipkart. Questa exit è un grande successo della telco nipponica come investitore e segna un nuovo capitolo dello scontro nel mercato dell'ecommerce globale, che vede Alibaba e Amazon come operatori principali con Walmart che cerca di inserirsi.

Softbank più ricca grazie Flipkart

L'efficacia nella scelta delle startup da parte di un fondo d'investimento si vede al momento della exit, quando la società viene quotata in borsa o ceduta. Softbank non ha i vincoli di disinvestimento tipici di un fondo di Venture Capital, essendo una società di telecomunicazioni e non un fondo a tempo determinato.

LEGGI ANCHE: Si chiude un 2017 da record per la telco nipponica SoftBank

Il CEO Masayoshi Son ha presentato una trimestrale con 6,4 miliardi di dollari di profitti, in crescita del 49% rispetto all'anno precedente, con un contributo importante da parte del fondo d'investimento Vision, veicolo utilizzato per sostenere le startup.

La startup arrivata alla exit è Flipkart, specializzata nell'ecommerce per il mercato indiano. Softbank ha venduto per 4 miliardi di dollari le proprie azioni a Walmart. La società di telecomunicazioni aveva complessivamente investito 2,5 miliardi di dollari.

L'acquisizione di Walmart e la rivalità con Amazon

Walmart completerà nei prossimi mesi il processo di acquisizione del primo negozio online dell'India con una spesa complessiva di 16 miliardi di dollari cercando di spostare sul mercato orientale la sfida al concorrente Amazon e assumendo posizione su un mercato che sarebbe stato potenzialmente interessante anche per Alibaba. L'altro mercato su cui ha puntato Walmart quest'anno è proprio la Cina, in competizione con Amazon GO.

LEGGI ANCHEWalmart sbarca in Cina e batte Alibaba

Una novità di quest'anno dopo l'intensa competizione dell'anno scorso avvenuta su suolo statunitense con acquisizioni nel settore del retail fisico per Amazon e in quello dell'ecommerce per Walmart.