Misty 1 developer edition

La startup costola di Sphero, Misty Robotics, ha portato al C.E.S. di questa settimana un robot decisamente peculiare e non indirizzato al mercato consumer. Il Misty I Developer Edition è il primo passo per la startup, ma gli obiettivi restano altissimi: già lo scorso luglio la compagnia aveva annunciato un finanziamento da 11.5 milioni di dollari per supportare la ricerca sulla costruzione di robot con un potenziale decisamente più elevato rispetto alla controparte Roomba.

Più tardi, durante il 2018, arriverà anche il modello Misty 2, un modello di robot più orientato verso il mercato consumer, pronto ad accogliere la piattaforma robotica della compagnia e messo successivamente in commercio. Per il momento, però, l’obiettivo è decisamente più specifico: si tratta di trovare sviluppatori in grado di costruire qualcosa che sarà poi messo in commercio. La startup si sta preparando a qualcosa di veramente grande ed impegnativo: costruire un robot casalingo in grado di fare tutto.

Misty I Developer Edition sviluppo
La schermata di sviluppo del robot Misty I Developer Edition

I tempi sono maturi per la diffusione dei robot ad ogni livello

Nonostante l’obiettivo sia posto piuttosto in là con il tempo, si parla di dieci anni, gli investitori sono stati d’accordo con la compagnia. Dopotutto, è il momento di espandere gli orizzonti della robotica, quindi perché non dovrebbe essere Misty ad essere alla guida della rivoluzione?

Il team di sviluppatori al momento impiega dalle 4 alle 6 ore per costruire una unità, arrivando ad un massimo di 10 unità costruite alla settimana. Nonostante non suoni come un modello di business adatto al lungo periodo, l’obiettivo primario resta quello di indirizzare potenziali sviluppatori verso la propria piattaforma online, nella speranza di realizzare un ecosistema di software che siano pronti ad accogliere il lancio del modello Misty 2.

Dall’esterno, sembrano davvero i primi passi di un neonato. Il percorso che si pone davanti alla giovane, ma ambiziosa, startup è lungo e costellato di difficoltà, ma non potrebbe essere altrimenti per chi non ha intenzione di arrivare secondo a nessuno.