RepRap Prusa i3

È stata l'idea di Adrian Bowyer, docente di ingegneria meccanica dell'Università di Bath e fondatore del progetto della Stampante 3D RepRap. L'ispirazione viene dalla natura, infatti gli esseri viventi hanno la possibilità di generare altri individui della propria specie e questo ha reso l'autoreplicabilità un tema importante, secondo Bowyer, anche nel settore della prototipazione rapida.

Il progetto RepRap

Nasce infatti nel 2005, su iniziativa del professore, il progetto RepRap (Replicating Rapid-Prototyper) per sviluppare una stampante 3D in grado di rispettare il paradigma naturale dell'autoreplicazione. I modelli di RepRap disponibili sono tanti e ciascuno con caratteristiche peculiari, i più famosi sono però:

  • Darwin, il primo modello (2007)
  • Mendel, il secondo modello (2009)
  • Prusa i3, terzo modello, basata su Mendel (2012)

Tutte le parti del progetto sono rilasciate in licenza GPL e possono essere scaricate dal wiki del progetto. La stampante può essere utilizzata efficacemente utilizzando i software liberi suggeriti e completata con parti elettroniche di open-hardware.

Ottenere una stampante 3D RepRap

Le due soluzioni sono l'acquisto di un kit da assemblare o un fai-da-te radicale.
La prima soluzione può essere conveniente se non si ha a disposizione una stampante 3D per stampare i componenti. Il risultato ottenuto può fare da RepStrap ed essere capostipite della vostra famiglia di stampanti replicate.

Nel caso sia invece vostra intenzione partire da zero è necessario andare sul wiki e scegliere la stampante più adatta alle vostre esigenze. Non possiamo descrivere nel dettaglio tutti i modelli ma alcune informazioni sono valide per tutti i modelli di RepRap.

Per ottenere una stampante dovrete:

  • Stampare tutte le parti in materiale plastico
  • Acquistare l'estrusore
  • Acquistare le componenti elettroniche

Alcune parti non stampabili non devono essere necessariamente acquistate ma possono essere ottenute da materiale di riciclo. Per approfondire l'argomento vi suggeriamo i seguenti link: