La startup Mathesia raccoglie 700mila euro

mathesia startup

La startup italiana Mathesia ha ricevuto un nuovo investimento di ben 700mila euro da parte di un gruppo di imprenditorimanager del nostro paese che hanno creduto nel progetto. L'azienda ha, tra i clienti, importanti imprese come Siemens, De Longhi, Nolan, Assicurazioni Generali e si concentra sui progetti legati alla matematica applicata, tra cui tutti gli innovativi servizi di data science.

La startup Mathesia

Nata dalla sinergia tra Moxoff, spinoff del Politecnico di MilanoYottacle, startup incubata in PoliHub, Mathesia mette a disposizione delle aziende che vogliono fare innovazione i migliori specialisti al mondo nel campo della data science, della modellistica matematica, della simulazione o dell'ottimizzazione.

La piattaforma permette di risolvere, con un click, progetti complessi legati al miglioramento di un prodotto o di un processo. Grazie ad analisi dei dati, machine learning e algorithm design le aziende trovano su Mathesia una risposta concreta per eccellere nello scenario Industry 4.0.

I riconoscimenti

L'idea ha già trovato apprezzamenti sia in Italia che all'estero. La startup ha infatti ottenuto il primo premio di .itCup Registro 2016, la competizione tra startup del CNR rivolta ai migliori progetti di impresa nel settore ICT ed è stata riconosciuta come miglior proposta nell'ambito delle soluzioni per Big Data Analytics nel concorso Digital360 Awards 2016.

Mathesia piace anche nella Silicon Valley, in particolare presso la Stanford University, luogo che è il prossimo obiettivo del team e che è molto più vicino grazie al nuovo round di finanziamento.

"Quando iniziammo a lavorare su questa idea, qualche anno fa, c'era ancora il mito del matematico appassionato a problemi troppo spesso astratti; ma oggi è chiaro a tutti l'impatto che queste figure possono avere nei progetti di qualsiasi azienda, con la loro capacità di analizzare dati ed estrarre valore, fare previsioni, ottimizzare processi o prodotti. Con Mathesia offriamo a tutte le aziende il talento dei migliori brainies (cervelloni, così sono chiamati sulla piattaforma) di tutto il mondo. E grazie a Mathesia possiamo ridurre la distanza tra industria e accademia, generando valore per entrambi"

Ottavio Crivaro, fondatore di Mathesia

L'idea piace anche a noi e speriamo che possa essere d'aiuto anche alle imprese del nostro paese, lente nello sviluppo di soluzioni in grado di sfruttare le tecnologie di data analytics, che consentiranno di tenere il passo con i paesi più avanti in questo settore.