Steam

Durante un panel al GDC sugli ultimi dati recuperati dai profili utente pubblici di Steam da SteamSpy, il proprietario e operatore Sergey Galyonkin ha dichiarato che circa il 50% del reddito totale guadagnato su Steam è stato realizzato dai 100 migliori giochi disponibili sul popolare mercato digitale di Valve.

Questi 100 giochi hanno costituito lo 0,5% di tutti i titoli disponibili su Steam nel 2017, un anno fondamentale in quella che sarà sicuramente una tendenza continua per la quantità di giochi rilasciati sul servizio. Nel frattempo nel 2017 sono stati rilasciati 7.696 giochi che sono, con enorme stupore, il 39% degli oltre 21.000 giochi disponibili oggi sul servizio.

Ci sono comunque delle cose da tenere in conto: SteamSpy non prende in considerazione DLC, microtransazioni o rimborsi, il che significa che questa cifra esclude alcuni grandi generatori di entrate come Dota 2 e altri giochi gratuiti, o giochi a basso prezzo con marketplace in-game come CS: GO. Questi dati si riferiscono rigorosamente alle unità "vendute" o ai giochi in base ai profili pubblici su Steam (il 99,9% dei profili è pubblico, secondo Galyonkin).

PUBG occupa il primo posto – non c'è da stupirsi – e Cuphead, un platform indie basato sui cartoni degli anni '20 occupa il 20 ° posto, incassando circa $ 22 milioni di dollari. L' RPG Divinity: Original Sin 2 si trova al settimo posto con una stima abbondante e ben meritata di $ 37 milioni, Rocket League è al 18 ° posto con circa $ 23 milioni e Nier: Automata al 12° posto con circa $ 29 milioni.

E' comunque necessario tener presente che i dati di SteamSpy non sono completamente accurati. Il servizio raccoglie dati una volta al giorno dai profili Steam pubblici basandosi sull'API Web fornita da Valve. Poiché una piccola percentuale di profili è privata (il 99,9% è pubblico secondo Galyonkin) e i server API di Valve Web non sempre funzionano come dovrebbero, assicurati di accedere a tutti i dati di SteamSpy con un pizzico di errore.