Nintendo, console, nintendo switch, mario odyssey, the legend of zelda
Switch si è confermata la console/riparatrice del flop di Wii U

Quando fu annunciato, il 20 ottobre dello scorso anno, Nintendo Switch fece subito parlare di sé. Il trailer presentato dall'azienda nipponica sconvolse tutti gli appassionati, per vari motivi:

  1. non ci si aspettava che Nintendo continuasse sulla strada delle console "ibride" dopo il flop nelle vendite del Wii U;
  2. le innovazioni e le funzionalità promesse da Nintendo Switch erano davvero accattivanti, come il modo in cui erano state presentate.

Molti furono gli scettici sulla nuova console, che data la sua natura semi-portatile, non avrebbe mai potuto raggiungere le performance della concorrenza, che si era già mossa verso il 4K.

La sorpresa

Poi, a marzo, Nintendo Switch approdò nei negozi, ed iniziò fin da subito a dimostrare che la scommessa di Nintendo in questo progetto si era rivelata vincente. Switch vendette il doppio del precedente Wii U, ed uno dei primi giochi disponibili alla sua uscita (The Legend of Zelda: Breath of the Wild) ha recentemente vinto il premio di gioco dell'anno.

Ad oggi, la nuova ammiraglia Nintendo conta ben 10 milioni di unità vendute in poco più di nove mesi. E c'è da dire che il tutto è successo senza nessun taglio netto di prezzo (come accadde con Nintendo 3DS) o sconti stagionali. Negli ultimi mesi Switch è stata la console più venduta in America, e promette di mantenere il primato durante la fine dell'anno.

Ad maiora!

Il presidente di Nintendo America, Reggie Fils-Aime, si è mostrato contento del responso dei fan, ed ha affermato che l'azienda sta lavorando per soddisfare i propri clienti anche durante le vacanze. Inoltre per il prossimo anno sono previsti numerosi titoli importanti per la console, quali Bayonetta e Bayonetta 2, Wolfenstein 2: The New Colossus, Mega Man 11 e probabilmente un nuovo titolo della serie principale di Pokémon.