Nell'ultimo mese l'applicazione di messaggistica istantanea Telegram è stata utilizzata da più di 200.000.000 di persone, un numero veramente formidabile se contiamo che la popolazione degli USA è di circa 330.000.000 di abitanti, infatti se dovessimo immaginarci l'applicazione come uno stato vero e proprio sarebbe nella top 10 degli...
Lo scardinamento dell'impero via cavo è più che avviato, basti vedere i servizi come Netflix crescere e altri come Hulu e YouTube offrire servizi di TV in diretta. In particolare, YouTube TV sta eseguendo un'implementazione aggressiva, proprio ieri rendendo disponibile il servizio per altri 34 mercati. Questo ci porta a...
Instagram ha annunciato che sta testando delle nuove features per gli account che sono considerati VIP (ovvero verificati) da concedere quindi a celebrità e influencer di spicco.  Account VIP in arrivo In realtà si tratta delle vere e proprie opzioni che non saranno date agli account normali che hanno ottenuto un...
Non molto tempo fa Xiaomi ha presentato Mi TV 3, la quarta (non terza, per via di Mi TV 2S) generazione di Smart TV vendute dal colosso cinese dell'elettronica. Caratteristica particolare di Mi TV 3 è quella di essere composta da due parti: il corpo del televisore (che altro non è...
Netflix, con il suo fatturato di ben 8,3 miliardi di dollari (2016), sta ottenendo crescente popolarità, introducendo novità interessanti. Negli scorsi mesi abbiamo apprezzato l'uscita di alcune serie televisive e film, tra cui il divampante "Iron Fist" e l'interessante "Imperium", un ottimo thriller con protagonista Daniel Radcliffe. Particolare menzione...
Il servizio di streaming multimediale Netflix diventa sempre più celebre: le stime dello scorso anno già parlano di circa 75 milioni di abbonati, e il pubblico è sempre a caccia di novità. Troviamo alcune delle serie TV più famose degli ultimi tempi come Stranger Things, Narcos, Marco Polo, The Crowns, Better Call Saul e tante altre. Il catalogo è in continuo aumento e il servizio offerto è ottimo. Sarà questo il segreto del successo di Netflix.
C'è da dire che il 29 febbraio 2016, a Francoforte, devono averne viste di tutti i colori, letteralmente. Memore del Consumer Electronics Show di Las Vegas, Panasonic ha preso molto a cuore il concetto di "not just more pixels, but better pixels". A poco più di un mese di distanza dal CES...
In questi giorni sta avendo luogo l'attesissimo CES 2016 ed aziende come LG hanno approfittato dei giorni immediatamente precedenti all'inizio della fiera per annunciare i prodotti che verranno esposti al pubblico. La casa sud-coreana ha voluto anticipare, oltre ai suoi due smartphone della nuova serie K (di cui vi abbiamo parlato in...
La frequenza obbligatoria può essere spesso un problema per tutte le persone che hanno problematiche di salute o che riguardano il proprio nucleo famigliare, ma questo può anche accadere per via di imprevisti o disagi creati da terze parti o da eventi come scioperi o inibizioni del servizio pubblico...
Gli ultimi anni hanno visto un’esplosione del fenomeno smart tv, le televisioni intelligenti che, oltre alla consueta fruizione, permettono di navigare sul web, di collegarsi a servizi come Spotify e Netflix, di giocare in compagnia. Un mercato nel quale anche i grandi dell’informatica hanno voluto dire la loro sviluppando...
Finalmente AGCOM lo ha messo nero su bianco: Tim, Wind Tre, Vodafone e Fastweb dovranno rimborsare tutti i clienti che da giugno 2017 hanno continuato a ricevere fatture ogni 28 giorni invece che mensili. Entro il 31 dicembre 2018, gli operatori Tim, Wind Tre, Vodafone e Fastweb dovranno restituire all'interno...
Attualmente in Gran Bretagna vi è una situazione politica abbastanza tergiversata, soprattutto dopo i recenti eventi Europei. Ma la situazione di instabilità e cambio di rotta riguarda anche gli argomenti che trattano della parte "interna" del paese. Per essere precisi, uno dei più delicati ed importanti: il tema giovani...

Il declino di Netflix?

Netflix non ha raggiunto tanti iscritti come previsto da quel gruppo di persone a Wall Street che, su base trimestrale, decidono se sarà o meno una compagnia più preziosa di Comcast (compagnia che possiede, tra le altre, la Paramount) - e questo è probabilmente un aspetto negativo, in quanto...
Abbiamo sognato di poterlo fare per anni ed oggi, quei sogni, sono divenuti realtà. Rabbit, che in italiano significa "coniglio", è un servizio di videochat molto simile a Skype come meccaniche e come semplicità che, diversamente dal più famoso programma di messaggistica istantanea, ha una caratteristica che probabilmente rivoluzionerà il mondo...
Report vari hanno suggerito che Netflix era ottimista riguardo al sequel del suo blockbuster Bright, il genere di film fantasy / poliziesco interpretato da Will Smith e realizzato con un budget di $ 90 milioni e che sembra aver avuto ottimi riscontri dai fan, nonostante abbia subito note aspre...
La primissima versione di Aurous è da poco online e, date le premesse, potrebbe rimarcare in tutto e per tutto il ruolo che ebbe Popcorn Time per lo streaming video: Un'interfaccia pulita e comoda per la riproduzione totalmente gratuita di una enorme quantità di contenuti, senza limitazioni o spot...
In una dichiarazione data al Verge ieri, un portavoce di Netflix ha dichiarato: "Netflix non sarà coinvolto in nessuna ulteriore produzione di House of Cards che include Kevin Spacey. Continueremo a lavorare con MRC durante questo tempo di pausa per valutare il nostro cammino in avanti per quanto...
Molti la conoscono già, ma partiamo dal principio. Cos'è Netflix ? In America l'azienda naque nel 1997, fondata da Reed Hastings e Marc Randolph, ed inizialmente permetteva solo il noleggio di DVD e di videogiochi via internet. Solo nel 2008 si è trasformata in quella che conosciamo tutt'ora, una delle...
Nel 2012, una società con sede a Raleigh, chiamata WedPics, si è lanciata sulla scena per rendere le foto di nozze un po' meno da mal di testa. Cinque anni e sette milioni di utenti dopo, WedPics viene acquisito da Mixbook, la piattaforma per la raccolta e la modifica...
Facebook Live sta lanciando la monetizzazione per gli streaming di videogiochi, consentendo agli utenti di donare ai creatori almeno 3 $ tramite il sito desktop. In questo momento, il contributore non ottiene alcun call-out o privilegi speciali, anche se Facebook mi dice che sta prendendo in considerazione diverse opzioni...