Kaspersky ha recentemente scoperto uno spyware Android chiamato Skygofree. Lo spyware sembra essere prodotto nel 2014 da un'azienda italiana per un'attività di cyber spionaggio ed è stato costantemente aggiornato. Skygofree è in grado di registrare la voce e i rumori ambientali attivando il microfono del vostro smartphone in base al luogo in cui vi trovate. Lo spyware è anche in grado di accedere al vostro account di WhatsApp, al registro delle chiamate e a molte altre cose. Come molti spyware viene distribuito tramite pagine web che replicano alcune già esistenti o tramite email di contatti molto ambigui. Kaspersky stessa, operante nel settore della sicurezza da vent'anni, è rimasta a bocca aperta per la complessità di questo spyware.
La piattaforma web di Google, dedicata al video sharing, porta ad un nuovo livello gli utenti, trasformandoli in moderatori. Youtube Heroes: questo è il nome del nuovo programma della piattaforma. Tutti coloro che presenteranno domanda qui, subiranno un controllo e, tra di essi, verranno scelti degli utenti il cui compito...
Come tutti sapranno, la pubblicità occulta si può trovare in diversi posti, uno di questi è Instagram. Gli influencer sfruttano la mancanza di controllo da parte di Instagram per fare pubblicità occulta senza problemi, le cose però sono da poco cambiate. In questi giorni potrete notare nei post che presentano...
In un momento storico in cui ogni relazione umana e professionale passa per un sistema di reti, si sente sempre più spesso parlare di una piaga, in continua diffusione ed evoluzione. Dietro acronimi, ai più incomprensibili, si celano le minacce ai sistemi di informazione più conosciuti. Uno di questi termini,...
La sicurezza informatica non sta vivendo un periodo semplice, questa volta l'azienda sotto attacco è Equifax, nota azienda di controllo credito statunitense. Recentemente abbiamo già parlato di come i sistemi di sicurezza non sono stati sufficienti a fermare un attacco hacker. Instagram ha subito la violazione di milioni di account, Facebook si è schierata...
La scorsa settimana Facebook ha rivelato che circa 87 milioni di utenti hanno potenzialmente condiviso i loro dati in modo improprio con Cambridge Analytica - e senza dubbio ti stai chiedendo se tu sia tra questi. Presto il sito condividerà queste informazioni con gli utenti. La divulgazione arriva attraverso un...
L'abbonamento per il servizio di Amazon Prime aumenterà a 36€ annui dal 4 aprile, invece dei soliti 19,99€. La scelta di Amazon risulta abbastanza necessaria per riuscire a mantenere un livello di efficienza e di qualità sempre al top, come ormai da anni ci ha sempre saputo fornire. Ovviamente un aumento...
Il Wi-Fi si sta preparando all'aggiornamento nella sua sesta generazione, un passaggio che avviene mediamente ogni cinque anni. La nuova generazione del Wi-Fi, chiamato Wi-Fi 6 o più propriamente 802.11ax, pone l'attenzione sul consumo energetico cercando di inviare più informazioni possibili in ogni singola trasmissione, e sulla possibilità di connettere più...
Poco dopo l'annuncio ufficiale che conferma il ritorno del sito di cloud sharing più famoso del mondo, con il nome di Megaupload 2.0, Kim Dotcom, il suo creatore, torna alla ribalta con un nuovo annuncio. Il creatore ha infatti rivelato che Megaupload 2.0 avrà delle nuove funzioni annunciate in precedenza, quali: 100 GB...
Presto il problema delle molteplici password da ricordare sarà un retaggio del passato. Due ex dipendenti di Leap Motion sono al lavoro, presso l'azienda Redrock Biometrics, su una tecnologia in grado di muovere letteralmente guerra a quella folta schiera composta da carte di identificazione, numeri pin, password e identificazioni...
Il governo francese ha dichiarato che intende passare all'utilizzo di un proprio servizio di messaggistica crittografato durante la prossima estate, a causa delle preoccupazioni e dei rischi generati dalle entità straniere, che potrebbero utilizzare app criptate popolari come Telegram e WhatsApp per spiare i funzionari francesi. Reuters riferisce che i...
La commissione europea dà il via libera a Microsoft per l'acquisto del noto social network: LinkedIn, con una spesa di circa 26 miliardi di dollari. Per ottenere tutte le approvazioni necessarie la casa di Redmond è dovuta scendere a qualche compromesso, garantendo supporto anche verso altre piattaforme dedicate al mondo dei professionisti. Garantito anche il supporto al pacchetto office e a Microsoft Graph.
Il mercato digitale si sta evolvendo e pone davanti a noi numerose opportunità, ma anche sfide per i contenuti audiovisivi. Non è infatti facile tenere il passo e ci sono delle questioni, anche di sicurezza, che non possono essere trascurate. Vi presentiamo quelle che secondo la società di consulenza comScore sono le...
Verizon ha annunciato oggi di aver acquisito Niddel, una startup che si autodefinisce come un servizio autonomo di rilevamento delle minacce. Il prezzo di acquisizione non è stato divulgato. Il prodotto principale di Niddel, Niddel Magnet, è un servizio in abbonamento che utilizza l'apprendimento automatico per individuare macchine infette o...
Ormai sono sulla bocca di tutti. Di chi s'informa tramite fonti attendibili, che ne evidenzia l'assurdità con sdegno, e di chi, senza verificarne la veridicità, le condivide commentandole come se fossero ufficiali. Parliamo delle fake news, un fenomeno che ultimamente ha toccato anche la nostra politica, con lo scambio...
Privacy, tracciamento, big data: son parole che tutti noi abbiamo ormai imparato a conoscere. Ma se da un lato i nostri pc si son popolati di servizi appositi per difendere i nostri dati, dall’altro quante informazioni ci vengono ancora sottratte senza che noi ce ne rendiamo conto? E’ la...
Instagram sta affrontando numerose critiche negli ultimi giorni per i consigliati sulla nuova piattaforma IGTV. Video inappropriati come mutilazione di genitali o ragazze vestite in maniera succinta venivano mostrati ad account impostati come minorenni. L'indagine approfondita è stata avviata dal Business Insider, che ha trovato il video della mutilazione navigando sull'app...
Raspberry Pi nasce come un minuscolo computer da 35 $ con cui è possibile realizzare diversi progetti interessanti a un costo estremamente basso. Il dispositivo, nella sua ultima revisione, è dotato di una CPU ARM Quad Core da 1,2 GHz e di 1 GB di RAM. Ciò che lo rende unico è...
A seguito dell'uragano Irma, scatenatosi in Florida questo weekend, il dipartimento Urban Risk Lab del MIT (Massachusetts Institute of Technology) ha sviluppato una piattaforma open-source per il monitoraggio delle inondazioni nel sud della Florida. Il progetto si chiama RiskMap.us ed è stato pensato per garantire aggiornamenti in tempo reale a...
Internet è ormai un mezzo di grande importanza per lo scambio di contenuti di ogni natura e per tutelare gli interessi economici legati è necessaria una legislazione in grado di tutelare i diritti d'autore di chi ha realizzato i contenuti in questione. Proprio nel momento in cui anche Microsoft...