A novembre Apple ha bandito l’applicazione di Tumblr dal suo App Store a causa delle innumerevoli foto e video pornografici sia di adulti che di bambini presenti sulla piattaforma. Tra qualche giorno finalmente sarà di nuovo online a seguito dei provvedimenti presi dal social network.

Tumblr cambia le norme della community

A seguito dell’annuncio che ha rilasciato l’applicazione 2 settimane fa, Tumblr sta tornando ufficialmente nell’app store dopo aver bandito dalla propria community tutto quello che poteva minimamente ritenersi esplicito, cambiando radicalmente il social che ormai era considerato da tutti come l’app pornografica per eccellenza.

Nel corso degli ultimi mesi Tumblr ha infatti adottato una moderazione dei contenuti più aggressiva, che è stata sotto la guida di Verizon’s Oath, aggiungendo cose come la “modalità sicura”, che diventerà presto obsoleta, che filtrava automaticamente il contenuto ritenuto troppo esplicito. Questa modalità quindi è stata direttamente impostata come opzione predefinita e non potrà essere cambiata in alcun modo.

Il cambiamento arriverà presto

Il cambiamento, ovviamente, vale solo per chi ha installato l’app prima e per chi quindi possiede il vecchio aggiornamento, mentre per chi la scaricherà per la prima volta non avrà la possibilità di avere questa opzione. In ogni caso si dovrà aspettare fino a febbraio per dire ufficialmente addio a Tumblr per come la si è conosciuta, dato che anche l’opzione della possibilità di visualizzare o meno questi contenuti per i vecchi utenti sparirà del tutto. Questo perchè arriverà un aggiornamento forzato, che è ancora in fase di sviluppo, che appunto consentirà all’app di rimanere nello store senza alcun problema.

Il nuovo aggiornamento avverrà non prima però del 17 dicembre e questo vuol dire che, oltre a far riprendere l’app dal calo che Apple ha creato cancellando tutta l’utenza iOS, i contenuti pornografici sia di maggiorenni che di minorenni saranno visibili fino a tale data per tutti gli utenti possessori della vecchi app (dato che attualmente non è ancora presente nell’app store di Apple).