Uber

Uber vuole essere conosciuta come l’app principale per quanto riguarda i mezzi di trasporto, vuole sostanzialmente diventare l’app che ti può portare ovunque con qualsiasi mezzo e ha tutte le caratteristiche per diventare leader in questo settore. L’azienda è in movimento per la conquista del mercato dello scooter sharing.

Uber

Uber acquista Lime e Bird

Per realizzare i suoi scopi Uber sembra aver deciso di puntare direttamente sull’acquisizione dei competitors principali come Lime e Bird, infatti l’azienda ha avuto recentemente dei colloqui con Bird per un possibile acquisto da miliardi di dollari e come ripiego ha iniziato a parlare anche con Lime per un accordo simile.

La società in realtà possiede già una partecipazione in minoranza in Lime, dato che la partnership concordata fra i due ha portato proprio gli scooter elettrici all’interno dell’app di Uber per la prima volta, ma ovviamente la società non vuole fermarsi qui e ci tiene a detenere il controllo completo su questo mercato.

C’è un forte impulso per ottenere un accordo da entrambe le parti, dal momento che la società cerca di chiudere il mercato prima che sia completamente formato e che le nascenti startup riescano in qualche modo ad ostacolare i piani dell’azienda. I negoziati sono già in ogni caso in una fase avanzata dato che Uber ha dichiarato che vuole concludere le trattative entro la fine dell’anno.

Sebbene Uber si stia muovendo bene a livello di gestione della situazione e del mercato stesso, proponendo partnership che andrebbero a soddisfare tutte le parti, il CEO di Bird, Travis VanderZanden, ha detto ai giornalisti che Bird non è in vendita, ma questa potrebbe essere o meno una tattica di negoziazione. Naturalmente, c’è sempre la possibilità che non si raggiunga alcun accordo tra una delle tre parti, ma sembra che saremo diretti verso il 2019 con Uber in una posizione dominante vicino al nascente mercato dello scooter sharing.