USB-IF ha diffuso le specifiche che permettono di trasmettere audio tramite USB C, invitando le aziende ad abbandonare il jack analogico.

Si è parlato tanto (forse troppo) dell’assenza del jack da 3.5 mm nel nuovo iPhone 7, anche se in realtà Apple non è stata la prima azienda a fare una cosa del genere. Le aziende cinesi Le Eco, Oppo e Lenovo (che ha acquisito Motorola, estendendo questa linea di pensiero al di là del solo mercato cinese) avevano già prodotto device senza il famigerato connettore oggetto di dibattito dopo il Keynote di Apple.

Jack

Ad ogni modo questi dispositivi non sono da considerarsi semplicemente come casi isolati, ma veri e propri apripista di una nuova generazione di device senza jack. Lo USB Implementers Forum (USB-IF), che si occupa dello sviluppo e dell’innovazione della tecnologia USB, ha annunciato le specifiche USB Audio Device Class 3.0. Queste permetteranno il passaggio di segnale audio attraverso la USB Type C. Questo significa che il jack analogico da 3.5 mm è ormai destinato a scomparire.

“I produttori di dispositivi possono eliminare la necessità di avere più porte e fornire dati, energia e video in modo efficiente su un singolo connettore tramite USB Type-C e USB Power Delivery. Per supportare ulteriormente l’uso di un singolo cavo forniamo un approccio standardizzato chiamato USB Audio over USB Type C”.

 Jeff Ravencraft, presidente dell’organizzazione, fa notare come l’abbandono del jack sia la scelta più logica, incoraggiando le aziende ad adottare il nuovo standard allo scopo di offrire prodotti con un design migliore. Inoltre, la presenza di un minor numero di porte facilita la produzione di dispositivi resistenti ad acqua o polvere.

Anche se di sicuro in futuro lo vedremo come qualcosa di cui non si poteva fare a meno, l’abbandono del jack da 3.5 mm creerà sicuramente, almeno per i primi tempi, diversi disagi.