Vitamina, startup, integratori, work out, fitness, alimentazione
Alcuni flaconi di Vitamina

Il mercato degli integratori alimentari sta vivendo un periodo più che positivo negli ultimi anni: tutti cercano di migliorare la propria nutrizione attraverso questi prodotti, ma non sempre è facile sceglierli ed assumerli saggiamente.

Certe volte mangiare sano non basta

Analizzando queste tendenze tre ragazzi toscani (Filippo Sala, Giovanna Geri e Marco Saccenti) hanno avuto l’idea di Vitamina, una startup finalizzata alla produzione ed alla distribuzione di integratori. Fin qui potrebbe sembrare un’azienda come un’altra nel campo, ma Vitamina offre di più rispetto alla concorrenza. È possibile infatti effettuare un test – completamente gratuito – sul sito ufficiale della startup. Tramite 30 domande sarà possibile capire quali integratori saranno più adatti alla propria alimentazione. Ovviamente starà all’utente scegliere se acquistare o meno i prodotti consigliati.

Vitamina, startup, integratori, work out, fitness, alimentazione
Vitamina è nata a metà Novembre 2017

Un mercato in continua crescita

Ricordiamo che il mercato di integratori negli Stati uniti vale 133 miliardi di dollari, ma questa cifra potrebbe raggiungere i 220 miliardi entro il 2022. L’Italia invece si è affacciata al settore facendo da pioniera all’Europa, con un giro d’affari di ben 3 miliardi – fonte: FederSalus -, e con una crescita del +7,3% solo nel 2017. È in questa situazione che si colloca Vitamina, che fa della domanda la sua forza.

C’è anche da dire che l’impresa è stata notata quasi subito dal programma Hubble, che l’ha resa startup, e promette degli ottimi margini di crescita.

Una gestazione lampo

L’idea di Vitamina è nata all’inizio dell’anno scorso da Filippo Sala. La gestazione del concept è stata semplice, a detta di Sala. Vitamina aveva l’obbiettivo di

innovare l’esistente, proponendo un servizio che desse qualcosa in più agli utenti rispetto a quello offerto in farmacia

L’idea, proposta subito ad Hubble, ha avuto un notevole successo: a metà novembre dell’anno scorso il progetto era già partito.

Vitamina, startup, integratori, work out, fitness, alimentazione
Una confezione di prodotti Vitamina

Una certezza in 30 risposte

Vitamina si è affermata come una rivoluzione nel campo, in quanto combina i consigli di esperti nutrizionisti, presenti in live chat, al test gratuito di cui parlavamo prima. Sala ha fornito anche dettagli più tecnici riguardo a quest’ultimo:

Cliccando sul tasto “Personalizza”, si accede a un test fatto di 30 domande, molto semplice ma fondamentale per ricavare le informazioni da elaborare per proporre integratori personalizzati. Il test è fatto da 4 sezioni: la prima è anagrafica, la seconda raccoglie 7 obiettivi, ovvero le 7 categorie testa, stress, difese, energia, pelle, digestione e depurazione su cui può agire l’integratore, che contengono da 3 a 5 domande; la terza indaga lo stile di vita e le abitudini alimentari, la quarta è una schermata di riepilogo con il risultato del test e l’indicazione degli integratori a marchio Vitamina più adatti, completi di schede di dettaglio sulla composizione e le indicazioni delle problematiche che può risolvere. A quel punto, si può decidere se procedere o meno con l’acquisto