Tempo fa ha preso il via la terza edizione di "Welfare che impresa!", call dedicata a startup legate al mondo dell'innovazione sociale di stampo tecnologico e con connotazioni che puntano al miglioramento del proprio contesto locale.

Realizzata con il contributo scientifico di AICCON e Politecnico di Milano – Tiresia, e le partnership di Accenture, Bracco, Snam e CON IL SUD, l'iniziativa è dedicata a tutte le idee, anche non-profit, con varie caratteristiche peculiari, ovvero: essere in grado di generare impatto sociale e occupazionale; creare rete sul territorio; essere scalabili, replicabili ed economicamente sostenibili. 

LEGGI ANCHE: E-qube Startup&idea Challenge, la call per le startup della digitalizzazione

4 vincitori

Sarà possibile candidarsi alla call fino al prossimo 18 aprile 2019 ed una selezione, che si concluderà con l'elezione di 4 startup, avvierà tali vincitori verso percorsi di incubazione ed accelerazione tramite i partner dell'iniziativa. Il concorso vanta d'altronde partnership di spessore con incubatori quali PoliHub, SocialFare, Hubble Acceleration Program, G-Factor e Campania NewSteel.

A differenza delle due edizioni precedenti, quest'anno l'iniziativa avrà una restrizione in meno, ovvero quella legata al limite di età, prima posto a 35 anni massimo per la presentazione della propria candidatura. Come anche spiegato da Simona Torre, segretario generale di Fondazione Italiana Accenture, uno dei partner maggiori del progetto, questa scelta è stata intrapresa per permettere la partecipazione di un numero maggiore di menti potenzialmente brillanti ed innovative, senza il vincolo dell'età.

LEGGI ANCHE: Speed MI Up lancia la call SHaReD per la gestione dei grandi rischi

Welfare che impresa! 2019 startup

Un premio che vale innovazione

Il bando premierà le migliori idee con vari incentivi e dividerà in 3 principali categorie i progetti partecipanti: Nord, Centro e Sud Italia, le quali si aggiudicheranno, ciascuna:

  • Un premio in denaro pari a 20.000 euro;
  • Un finanziamento, fino a 50.000 euro ed a tasso 0%, da parte di UBI Comunità per soggetti non profit e un conto non profit online gratuito;
  • Un percorso di incubazione/accelerazione della durata di 4 mesi, del valore di 5.000 euro, presso uno dei partner del progetto.

La terza edizione della call "Welfare che impresa!" è quindi mastodontica dal punto di vista delle opportunità e prevede un lungo periodo per la sua attuazione, che si protrarrà fino al periodo estivo di luglio, dove a quel punto le startup selezionate dovranno decidere il proprio percorso di accelerazione o incubazione.