Xbox Scorpio, Microsoft, console
Microsoft prova ad impressionarci con queste immagini di hardware di design...

Se ne era parlato per moltissimo tempo. Adesso Xbox Scorpio è qualcosa di più concreto.
E, come previsto, Microsoft ha puntato tutto sulla potenza. Ma analizziamo le cose nel dettaglio.

Un PC, ma solo per giocare

La novella console di casa Microsoft promette di rimanere incontrastata per un bel po' dalle controparti Sony e Nintendo. L'azienda americana ha fornito dei dati, e sono chiari. Con un processore ad 8 core alla potenza di 2,3 GHz (del 30% più potente rispetto a quello della precedente Xbox One), 12 GB di RAM GDDR5 ed un processore grafico a 40 unità di computazione, a 1175 MHz sembra proprio che Scorpio punti tutto sulla forza bruta per battere i concorrenti.

Il tutto con l'obbiettivo di far girare qualsiasi gioco sul mercato console in 4K UHD oppure in Full HD con 60 fps fissi. Obbiettivo raggiunto notevolmente in ritardo rispetto alle aspettative di questa generazione: pensate che Nintendo con Wii U, conscia delle performance effettive della console, era già riuscita a mantenere i 60 fps su Super Smash Bros. U e Mario Kart 8. Il tutto appena un paio d'anni fa.

La generazione degli upgrade

Xbox Scorpio non è la prima console ad essere un semplice upgrade. PlayStation 4 PRO è stata la capostipite di un nuovo modo di vedere le generazioni videoludiche – anche se, per chi lo ricordasse, già Nintendo 64 aveva la possibilità di effettuare un piccolo upgrade, tramite uno slot di RAM aggiuntive -. Quello che preoccupa è la mancanza di innovazione.

Sì, avere una console più potente può sicuramente giovare alla creatività degli sviluppatori ed al divertimento del pubblico, ma è inutile avere un computer della NASA se poi non esistono abbastanza giochi degni di tal nome, o se quelli che sarebbero potuti essere dei capolavori – Scalebound, coff coff – vengono cancellati senza una motivazione valida.

Xbox Scorpio non avrà esclusive, si limiterà quindi al compitino di offrire l'esperienza della sorella One con qualche miglioria. Esattamente come PlayStation 4 Pro.

Xbox Scorpio, Microsoft, console
Quasi piange il cuore a vedere questi screen…

Tra i due litiganti…

Ed intanto il PC osserva dall'alto questo litigio a chi ce l'ha più potente – la console -. Qualche tempo fa era opinabile la scelta tra PC e console per il puro gaming, ed una delle argomentazioni principali era il prezzo notevolmente inferiore delle seconde. Il problema è che siamo arrivati ad un punto senza ritorno: forse un giorno usciranno più in fretta upgrade delle console rispetto a schede grafiche. E non vale di certo la pena ricomprare una console intera solo per qualche componente migliorato. Un PC ad esempio può essere assemblato rispetto ai desideri ed alle possibilità personali del singolo, e possiede la possibilità di giocare una varietà di titoli che va dai lontani anni '80 fino ad oggi. A voi la scelta.

Xbox Scorpio: il punto della situazione

Nella mia onesta opinione una console ha senso di esistere unicamente se ha esclusive all'altezza (come ad esempio lo sono un Bloodborne od un Halo) e/o presenta metodi di gioco davvero unici (vedi Wii). Migliorare la resa grafica di quel poco, senza offrire nulla di nuovo, non ha poi così tanto senso. Contando anche che queste nuove console pompate non hanno dei prezzi così bassi. E diciamocelo: Xbox One non ha avuto successo soprattutto per le poche esclusive.

Xbox Scorpio vedrà la luce durante le prossime vacanze. Rimandiamo al sito Microsoft per tutti i dettagli tecnici.

E voi, cosa ne pensate? Acquisterete Xbox Scorpio? Perché? Ha senso puntare al 4K quando non è ancora una tecnologia così tanto in uso? Fateci sapere la vostra qui nei commenti!