Quando si fa riferimento al mercato digitale c'è una netta prevalenza di società asiatiche e nordamericane. Anche in Europa ci sono però delle aziende interessanti nell'ecommerce tra le quali spicca Zalando. Il negozio online di moda sta infatti raggiungendo una posizione di rilievo sul mercato europeo e ha deciso di aprire un nuovo hub logistico in Italia.

L'annuncio di Zalando

La società infatti ha annunciato di voler aprire un ulteriore centro di distribuzione in Italia. La nuova struttura sarà di dimensioni comparabili a quelle degli esistenti hub di Lahr, Erfurt e Mönchengladbach. Il nuovo hub affiancherà l'esistente centro di Stradella.

Il centro di Stradella, attivo da inizio 2016, continuerà ad essere utilizzato per le spedizioni sul territorio italiano. Il nuovo hub servirà anche altri mercati europei, con un focus sul Sud Europa. Il progetto per la costruzione della struttura avrà inizio nell'arco dei prossimi 6 mesi.

Il centro di distribuzione di Stradella il giorno dell'inaugurazione

Non sono ancora note per il momento le informazioni sull'ubicazione del centro e l'inizio delle operazioni, che saranno pubblicate nelle prossime settimane.

Zalando e l'ecommerce in Italia

La scelta di Zalando è un naturale effetto di un trend positivo che vede gli italiani sempre più abituati a comprare online. Questa crescita è riconosciuta anche dal country manager per l'Italia di Zalando, Giuseppe Tamola che ha così commentato l'annuncio:

"Il mercato online italiano cresce rapidamente, trainato da un consumatore sempre più entusiasta e al contempo attento. Sin dal lancio in Italia nel 2011 abbiamo stabilito quelli che sono diventati gli standard di servizio per la vendita online di moda. Quest'ulteriore importante investimento ci consente di andare oltre quanto fatto ad oggi, e potenzialmente di introdurre elementi di innovazione a beneficio dei nostri clienti così come dei brand nostri partner".

La società tedesca ha infatti ottenuto degli ottimi risultati negli ultimi anni, con una crescita del 23% nel Q1 2017 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il trimestre in questione ha visto infatti 20 milioni di clienti, una crescita nei profitti e la conferma delle previsioni per quest'anno, che vedono anche una previsione di 2000 assunzioni complessive.