Connect with us

Fintech

Mastercard presenta Smart Subscriptions

Published

on

mastercard

Nel mondo sempre più interconnesso delle transazioni finanziarie, la gestione delle sottoscrizioni mensili può essere una sfida per molti consumatori. Per rispondere a questa esigenza, Mastercard ha lanciato uno strumento di gestione delle sottoscrizioni alimentato dall’open banking, progettato per semplificare il controllo delle sottoscrizioni attraverso le app bancarie.

Secondo un sondaggio condotto da Mastercard, il 73% delle persone ha espresso interesse per uno strumento che li aiuti ad identificare, tracciare, cancellare o rinnovare le sottoscrizioni, e il 60% di essi ha dichiarato di avere fiducia nella propria banca per quanto riguarda tale strumento.

“Smart Subscriptions” connette più account in un unico centro di controllo utilizzando la tecnologia open banking di Mastercard, fornita da Finicity. Questo strumento, che non è legato a nessun specifico metodo di pagamento o rete, può essere implementato attraverso un singolo e semplice API.

I clienti bancari possono cancellare, mettere in pausa e riprendere le loro sottoscrizioni, mentre ricevono anche un’analisi individuale delle spese, la categorizzazione delle spese e offerte personalizzate. Mastercard sostiene che questa tecnologia apporta benefici anche alle banche, aiutandole a favorire la fedeltà dei clienti, aumentare l’interazione e ridurre i reclami per addebiti non autorizzati.

Attualmente, il sistema è in fase pilota negli Stati Uniti ma ci si aspetta che arrivi in altri paesi entro quest’anno.

Raj Seshadri, presidente dei dati e dei servizi di Mastercard, ha commentato: “Indipendentemente dal numero di servizi per cui paghi, la gestione delle sottoscrizioni ricorrenti dovrebbe essere semplice e senza intoppi. Smart Subscriptions agisce su questa intuizione, rispondendo agli standard di coinvolgimento senza sforzo richiesti sia dalle banche che dai consumatori. E quando questi standard vengono rispettati, la vera misura del successo è la fedeltà”.

Continue Reading